Blood Game di KA Linde

Titolo Originale: Blood Cure

Usa: 2018

Pagine: 289

Protagonisti: Reyna, Beckham

Genere: Urban Fantasy

Casa Editrice: Newton Compton

Data di Uscita: 12 aprile 2020

Serie Blood Type #3

Blood Game di KA Linde

Aveva il mondo sulle spalle. Ora non ha più niente. 

Reyna Carpenter aveva ventun anni quando è diventata una scorta di sangue vivo per lo spietato e oscuro vampiro Beckham Anderson. Pensava che fosse solo un piccolo prezzo da pagare per prendersi cura della sua famiglia. Ma niente si è rivelato come aveva previsto. Nemmeno la sua tumultuosa relazione con Beckham.

E adesso che tutte le sue certezze sono state distrutte, si ritrova nel bel mezzo di una rivolta, in fuga dalla città dominata dall’élite dei vampiri.
Il suo futuro è in bilico e se vuole compiere il suo destino, Reyna dovrà risorgere dalle ceneri, recuperare la vita che le è stata rubata e completare la sua missione, una volta per tutte.

Blood Game è il volume conclusivo della trilogia fantasy distopica di K.A. Linde. Un libro che ho letto molto volentieri, ma che mi ha lasciata con più quesiti che soddisfazione.

Innanzitutto dovete sapere che Reyna è pronta e in assetto da guerra. Il finale killer del secondo volume aveva lasciato la protagonista totalmente devastata al pari di un’ameba piagnucolante. Poi però i miracoli avvengono e niente, the show must go on.

Ora che quasi tutto è tornato alla normalità, Beckam e Reyna devono attuare un piano per distruggere definitivamente il vertice del potere della Visage.

In un mondo in cui gli umani sono gravemente in pericolo, la speranza di sconfiggere il male per portare l’uguaglianza tra esseri umani e vampiri è il motore che spinge la ribellione di Elle, o quel che ne è rimasto.

Ma a complicare la faccenda, o a mettere più pepe nella minestra, se volete, è la perfetta compatibilità di sangue che rende i nostri protagonisti vere e proprie anime gemelle. Una notizia sconcertante che spaventa a morte Beckham e che rischia di allontanarli più di quanto l’autocazziatone perpetuo di lui abbia già fatto per ben 3 libri. Ecco, un po’ come Edward Cullen e l’ansia da “ti bacio – no ti mangio.”

Se da una parte i cattivi stanno lavorando ad un vaccino in grado di azzerare il gruppo sanguigno per rendere ogni umano un donatore universale, dall’altra la perfezione dell’abbinamento del sangue di Reyna e di Becks dà vita ad un miscuglio perfetto, la cura.

“Più conosceva l’uomo che si nascondeva sotto quella rigida maschera, più realizzava di sapere così poco. Aveva avuto una vita che lei riusciva a malapena a scorgere. Non aveva mai conosciuto il vero mostro che celava dentro. Ma lo amava comunque. Lo amava disperatamente. Anche con quel mostro che premeva per essere sguinzagliato.”

In più, a rendere le acque più torbide, ci si mette un personaggio parecchio sinistro e dal potere smisurato. Forse grazie a lui mi sono ripresa da una lettura che mi stava facendo momentaneamente calare la palpebra… chi lo sa se in futuro ne sapremo di più. Io ci conto!

Fortunatamente, nonostante paure e perdite, i tasselli si stanno posizionando al loto posto anche se il tempo sta per terminare. Riusciranno Reyna e Beckham a superare le loro più grandi paure per lottare verso una nuova era e vivere finalmente insieme finché morte non li separi?

Non vi resta che scoprirlo.

Giudizio:

Classificazione: 3.5 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Cherry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *