Vincent di Kristen Kyle

Feb 18, 2018

 

Vincent di Kristen Kyle

 

  • Italia, 2018
  • pag. 358
  • Protagonisti: Vincent, Mariana
  • Casa editrice: Self
  • Genere: mafia romance

 

Serie Men of Honor (2)

 

Sono nato per essere un re, ma non mi sono piegato al mio destino.
Mi sono impegnato per guadagnare quel privilegio.
Ho combattuto per essere il migliore.
In quella lotta la mente è sempre stata la mia arma più affilata, il cuore un ostacolo da eliminare.
Ho vinto.
Ogni guerra, tuttavia, ha i suoi costi, e io ho commesso un errore che ha distrutto la mia famiglia.
Da allora le mie notti sono turbate dagli incubi, i miei giorni avvelenati dal pentimento e dal rancore.
Ora, però, ho finalmente la possibilità di conquistare la pace.
La donna che mi ha rovinato la vita è tornata dal passato in cerca di protezione.
Ha trovato la morte.
Ma la morte è un dono da concedere ai giusti, la vendetta è la condanna dei traditori.
Mariana Hernández pagherà per ogni suo peccato, implorerà la salvezza e invocherà la sua fine.
Non avrò pietà, perché in me non c’è un briciolo di misericordia.
Perché non conosco perdono.
Scenderò all’inferno pur di farmi giustizia.
E Mariana verrà con me.

Booktrailer

 

 

 

Evviva gli stereotipi, i cattivi in cerca di riscatto e le donne in cerca di protezione! Non sto scherzando, esulto davvero, perché questo libro è la dimostrazione che non importa se racconti una storia plurisdoganata, ma COME la racconti. La Kyle ha uno stile che ti tiene incollata alle pagine e crea personaggi che ti si annidano sotto la pelle e ti arrivano al cuore.

Vincent è un mafioso in piena regola, segue le regole del clan e la morale di se stesso, incurante di qualunque comando religioso ed etica umana. Anni indietro ha subito un’onta dolorosa, un tradimento che è costato la vita a qualcuno a lui molto caro. Ne considera responsabile una persona e di questa vuole solo vendicarsi, nel modo più doloroso possibile e senza alcuna pietà.

Il controllo totale non si ottiene con la costrizione. Essa è vuota, primitiva, plebea; è il mezzo di chi non ha altro che la forza per imporsi. E’ meglio invece distruggere ogni proposito di contestazione. Il potere è qualcosa di più sottile ed ha come tramite la persuasione.  Bisogna annullare la volontà del prossimo, non frustrarla. E’ un lavoro che richiede dedizione e pazienza, ma gli effetti sono permanenti. E io sono un uomo paziente.

Mariana è una donna-oggetto, quali purtroppo esistono ancora (troppe), soprattutto negli ambienti violenti come quello descritto nel romanzo. Poca istruzione, grande bellezza, viene “venduta” per uno scambio di favori tipicamente mafioso. Non c’è amore in tutto questo, non c’è giustizia, non c’è alcun rispetto. Tu mi fai un favore, io ti faccio un regalo: un cavallo, un’automobile, una donna. E’ la stessa cosa, e se noi inorridiamo, in certe realtà, paesi, culture, questa è la detestabile consuetudine.

Apro una parentesi per questa cosa perché ho trovato dei commenti negativi a questo romanzo proprio a causa di ciò. Eppure se ci piace vedere thriller, non vuol dire che siamo assassini. Stessa cosa se ci piace leggere, o scrivere, dark o mafia romance, non vuol dire che sosteniamo quella violenza. Sono storie inventate, che purtroppo a volte accadono anche nella realtà, e che ci appassionano. Tutti teniamo in casa dei coltelli, ma ciò non fa di noi dei pazzi psicopatici, per fortuna.

Torniamo a Vincent. Si comporta come se non avesse cuore ma stranamente rispetta, in uno strano modo impacciato, un bambino che non ha colpe ed ha già subito troppe ingiustizie. Un piccolo angioletto di cinque anni arriva là dove nessuno è mai riuscito, se non forse solo sua sorella Isabella, al cuore di Vincent. Forse perché la sua guardia era abbassata, del resto chi crederebbe di doversi proteggere e trincerare davanti a un cosino alto come un soldo di cacio?

Non posso aggiungere altro per non togliervi il piacere di incontrare e innamorarvi di questo finto bruto. Un uomo con troppi peccati da farsi perdonare, grande fascino, molta pazienza, coraggio da vendere, ma nessuna difesa contro la forza dell’amore.

Trama scontata? Probabilmente sì, ma tutti immaginiamo ciò che ci fa stare bene ed alcune scrittrici riescono a trasformare questi sogni in parole scritte. Leggerle è farsi un giro in un mondo parallelo, dove si può chiedere scusa, perdonare, trovare una via alternativa e correggere la vita, prima che sia troppo tardi.

Ancora un altro applauso, questa volta più grande ancora, a Kristen Kyle. Non delude mai.

 

PLAYLIST

Paloma Faith – Guilty

Skillet – Comatose

Skillet – The resistance

Within Temptation – Iron

Within Temptation – Let us burn

Negramaro ft. Elisa – Basta così

 

Giudizio

Sensualità

Violenza

 

 

Navillus

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: