Una storia straordinaria di Diego Galdino

Italia: 2020

Pagine: 208

Protagonisti: Luca, Silvia

Genere: New Adult

Casa Editrice: Leggereditore

Data di Uscita: 14 Febbraio 2020

Una storia straordinaria di Diego Galdino

Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparentemente distanti. Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono. I sensi percepiscono la presenza dell’altro senza riconoscersi. Fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita: Luca perde la vista e Silvia viene aggredita in un parcheggio.

La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un’altra realtà e il destino sembra dimenticarsi di loro. Eppure, due anni dopo la loro grande passione, il cinema, li fa conoscere per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all’altra alla prima di un film d’amore.

I due protagonisti, feriti dalle vicissitudini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall’ordinario. Ma l’amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farci rialzare e camminare insieme?

Avete mai letto una storia diesel? Ovvero una storia che parte lentissima, poco convincente, quasi sonnolenta? “Una storia straordinaria” è esattamente così: fuori dal comune, fuori dall’ordinario, straordinaria nel senso etimologico della parola, cioè extra-ordinaria.

Conoscevo già la scrittura di questo autore, avendo letto un paio dei suoi romanzi precedenti e avevo già avuto modo di apprezzarlo. Ma iniziare questo libro, devo confessarlo, è stato piuttosto traumatico. La storia faticava a ingranare per i miei standard e la prima parte mi ha strappato diversi sbadigli… Poi però ogni pezzo del puzzle va a posizionarsi nel suo posto esatto e ogni frase inizia a “funzionare”. Avete mai provato ad ascoltare le parti isolate di due strumenti della stessa canzone? Non convince, non colpisce, non sembra avere senso. Invece ascoltare quelle parti insieme, nella stessa canzone, dà armonia e piacere. È così anche per le vite dei nostri due protagonisti: Luca e Silvia.

Immaginateli come due ragazzi al pari di mille altri, ritratti isolatamente nella loro vita quotidiana in quel di Roma (grazie Diego per le passeggiate tra le piazze e le vie e per le frasi dialettali, sono state un orgasmo per me, che sono di origini romane). Il destino sembra non riservare loro nulla fuori dalla noiosa routine, finché a entrambi non capita qualcosa di grave, due eventi drammatici che sconvolgono le loro vite, in due maniere completamente diverse ma in modo ugualmente irreversibile.

“La vita a volte ti sorprende, cambiando in peggio o in meglio nel giro di pochi secondi, di attimi. E tu non puoi farci niente, sei testimone inerme di un cambiamento radicale che non ti è permesso scegliere, ma solo accettare.”

Ecco che da quel momento in poi la storia finalmente innesta la marcia più alta e parte per rivelarsi davvero fuori dal comune. Luca e Silvia si conoscono e proprio per la loro diversità riescono ad avvicinarsi, a “toccarsi” nel profondo, in un modo che altrimenti non sarebbe stato possibile. Incontrarsi è far tornare il sereno, far ripartire le vite di entrambi che erano addormentate, nascoste sotto la sabbia della quotidianità, permettere al sorriso di splendere sul viso di Silvia e dare modo a Luca di “vedere” quel sorriso, anche senza poterlo guardare.

Non posso e non voglio svelarvi di più, dovete scoprire tutto da soli, sbadigliando  forse un po’ nelle prime pagine, ma rendendovi poi conto che oltre le apparenze c’è sempre molto di più.

“L’amore non teme nessuno, perché sa di essere invincibile, oltre ogni logica. In guerra e in amore tutto è concesso? Sbagliato, l’amore gira disarmato, a lui basta arrivare nel cuore delle persone per prendersi tutto, per fare sua la vittoria.”

Se state cercando un romance classico, dalla partenza, dai personaggi e dai risvolti consueti, allora no, passate oltre. Romance classici ce ne sono a centinaia e ne escono a decine ogni giorno. Ma se invece volete rimanere stupiti da una favola moderna, da una storia fuori dai soliti schemi, che ritragga due protagonisti atipici, poco principi ma molto reali, allora fermatevi qui. Galdino ha una storia extra-ordinaria da raccontarvi. Sedetevi comodi e cominciate.

Giudizio:

Classificazione: 4 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *