Un ricordo ti parlerà di noi di Colleen Hoover

Titolo Originale: All Your Perfect

Usa: 2018

Pagine: 306

Protagonisti: Quinn, Graham

Genere: Narrativa Romantica

Casa Editrice: Sperling & Kupfer

Data di Uscita: 9 aprile 2019

Un ricordo ti parlerà di noi di Colleen Hoover

La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita, e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell’amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo.

E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D’altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l’amore c’è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità.

Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l’uno con l’altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell’altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno.

A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore, e loro stessi. Perché, a volte, l’amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa.

La tristezza è come una ragnatela. Non la vedi finchè non ti ha catturato, finchè non devi mutilare te stesso per cercare di liberarti.

State cercando una romance puro? Con una storia d’amore tra due ragazzi che si incontrano, si scoprono anime gemelle e vanno verso il sole mano nella mano, fino all’epilogo con matrimonio, staccionata bianca e tanti bambini che corrono in cortile? Allora cercate altrove, perché questo non è quel tipo di romanzo.

Questo libro è la storia di un matrimonio, dei suoi alti e dei suoi bassi. Di quanta strada fanno due persone per convincersi di essere sempre la migliore scelta nella vita dell’altro.

Di quanto sia facile cadere nella routine,  dare per scontate tante piccole, grandi cose. Di quanto sia difficile parlarsi, dirsi quello che passa per la propria testa quando non si ha voglia di ridere e divertirsi.

Perché stare insieme è scegliersi ogni giorno, o almeno non arrendersi come coppia. In salute e in malattia, ricordate? Anche se qui non ci sono malattie evidenti, se non una terribile e densa depressione che colpisce uno dei due e manda tutto in confusione.

Una nebbia fitta che copre i sorrisi, le parole dolci, la voglia di vivere.

Pensate che non sia possibile amare il proprio partner e guardarlo scivolare nel male oscuro senza riuscire a fare granché? Allora leggete questa storia, perché Graham e Quinn meritano un lettore consapevole, che non si arrenda nei brutti momenti…

Nessun matrimonio è perfetto. Ci sono state volte in cui lei ha rinunciato a noi. Altre in cui l’ho fatto io. Il segreto della longevità di un’unione sta nel non arrendersi mai contemporaneamente.

Forse non sarà semplice immedesimarsi per chi non è parte di una coppia, o non ha abbastanza anni di convivenza alle spalle da conoscere non soltanto i momenti felici, ma anche quelli infelici…

O forse invece ci sarà chi saprà facilmente indossare i panni di Quinn,  come me, e ritrovarsi nella sua voglia di essere solo la regina della suddetta casa con staccionata bianca e bambini in cortile…

Di certo Graham è l’uomo che ognuna di noi vorrebbe al suo fianco. Uno che non si arrende mai. Che non alza mai bandiera bianca. Che sbaglia ma sa chiedere scusa, che cade e si rimette in piedi e se hai bisogno di una mano te ne offre due, a costo di non aver più modo di rialzare se stesso.

Cavolo, Colleen, ogni volta mi annienti e mi rendi molto difficile trovare un’altra valida lettura dopo di te… Alzi di troppo l’asticella!

Non lasciatevi spaventare dall’intensità. Leggere un’autrice così è un’esperienza indimenticabile.

Giudizio:

Sensualità:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi