Un posto accanto a te di Brittainy C Cherry

Nov 2, 2017
Un posto accanto a te di Brittainy C Cherry

Un posto accanto a te di Brittainy C Cherry

 

  • Titolo Originale: The Silent Waters
  • Usa, 2016
  • pag. 316
  • Protagonisti: Brooks, Maggie
  • Casa editrice: Newton Compton
  • genere: New Adult, Contemporary Romance

    Serie Elements (3)

«Non tutto ciò che è spezzato deve essere per forza risanato, a volte ha solo bisogno di essere amato. Sarebbe un peccato se solo le persone sane meritassero l’amore».

 

Momenti: le nostre vite sono un susseguirsi di momenti. Alcuni terribilmente dolorosi e pieni di rimpianto. Alcuni splendidi e carichi di promesse per il futuro. Ho vissuto molti momenti nel corso della mia vita: momenti che mi hanno cambiata, momenti che mi hanno messa alla prova. Momenti che mi hanno spaventata e momenti che mi hanno trascinata giù verso il fondo. Comunque, i più importanti, quelli che mi hanno spezzato il cuore o fatto trattenere il respiro, includono tutti lui.

Avevo dieci anni quando ho perso la voce. Un pezzo di me mi è stato portato via, e l’unica persona al mondo in grado di “sentire” il mio silenzio era Brooks Griffin. Lui è stato la luce durante i miei giorni più oscuri, la promessa di un domani, finché non ha avuto luogo la sua tragedia personale.

Una tragedia che l’ha trascinato in un abisso. Questa è la storia di un ragazzo e una ragazza che si sono amati a vicenda senza amare se stessi. Una storia di vita e di morte. Di amore e di promesse infrante. Di momenti.

 

 

 

 

Recensione

 

 

La lettura per me era sia un dono sia una condanna.
I libri mi permettevano di fuggire in un mondo che non avevo mai vissuto ma mi ricordavano anche tutto quello che mi stavo pedendo.

Così avevo fatto una lista.
Ogni volta che succedeva qualcosa di emozionante in uno dei miei romanzi, lo aggiungevo nel mio taccuino…

Io aggiungo sicuramente questo libro al mio taccuino dei titoli che mi hanno emozionato di più e che mi hanno insegnato qualcosa. Avrà sempre un posticino speciale nel mio cuore, come le persone indimenticabili che incontriamo lungo la vita.

Le persone che credono in te quando neanche tu ci credi più, sono quelle che bisogna tenersi strette.

Ho sottolineato così tante frasi mentre leggevo che nemmeno posso elencarvele tutte, altrimenti scrivo un saggio, non una recensione, ma credetemi se vi dico che questa volta la Cherry ha fatto un centro perfetto per il messaggio che voleva far pervenire al lettore e per i personaggi che ha saputo creare.
Brooks è il nostro protagonista perfetto. Un ragazzino di undici anni dagli occhi profondi e i capelli folti e castani, appassionato di musica, che passa le giornate insieme all’amico Calvin strimpellando sulla chitarra e scrivendo canzoni. E Calvin ha una sorella, Maggie May che ha paura del buio.

Una notte che Brooks è a dormire a casa dell’amico, sente Maggie piangere nella sua stanza e la consola portandole una lampada a forma di razzo da tenere accesa durante la notte. Undici anni e un cuore immenso, come si fa a non innamorarsene?
Questa storia d’amore inizia dunque così, con una lampada a forma di razzo. Rischiara le notti di Maggie e il suo cuore sempre alla ricerca d’amore, e pure il mio. Una lampada a forma di razzo indicherà sempre per me, da ora in avanti, il colpo di fulmine…

Crescendo, Brooks sarà sempre il punto fermo di Maggie, la sua àncora di salvezza, nei vari momenti difficili di lei, sofferente di una forma di stress post traumatico che le comporta mutismo psicologico. Fino a diventare adulti e persone completamente diverse. Finchè le parti non si invertiranno. Finchè non si guadagneranno il loro naturale finale.
Non posso aggiungere altro se non dirvi che leggere questo libro vi accrescerà dentro. Non è solo una storia d’amore, non è solo finzione. E’ gioia pura e profonda tristezza, attimi di caduta e momenti di volo, come …la vita.

Solo perché sei diversa, non significa che tu sia un mostro.
Ti importa quello che gli altri pensano di te, lo so. Ma onestamente è una perdita di tempo.
Siamo più vecchi? Eppure questo non ci rende migliori o più saggi. Anche noi siamo in evoluzione. Non importa come ti chiama la gente: solitaria, eccentrica. Le parole non importano. Quello che importa è come ti chiami tu quando sei in compagnia di te stessa. Se un giorno sceglierai di andare, non farlo per rendere felici gli altri. Fallo perchè pensi che altrimenti perderesti la tua felicità. Parti quando sei pronta, non quando ti senti costretta.
E ricorda: è per il battito del tuo cuore che il mondo continua a girare.

 

E ora provate a non innamorarvi di questo libro, se ci riuscite. Vi sfido.

 

Giudizio:

Sensualità:

Violenza: –

 

-Navillus-

2 commenti

  • Anna C. Nov 8, 2017a11:08 pm

    Libro fantastico,di un’intensità rara,quelle letture che ti fanno venire il magone ma da cui però non riesci a staccarti e una volta chiusa l’ultima pagina i personaggi mancheranno ma resteranno incisi nel cuore. Una volta finito il libro ho avuto bisogno di qualche giorno per intraprendere una nuova lettura niente mi è sembrato all’altezza…..a tutti coloro che non l’hanno ancora letto FATELO!!!!!!

    • Leelan Nov 9, 2017a10:16 am

      Ciao Anna C.! Grazie per averci letto!
      alla prossima 🙂

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: