Tienimi Vicino di Megan Hart

ottobre 5, 2017

 

Tienimi Vicino di Megan Hart


Tienimi Vicino di Megan Hart

  • Titolo Originale: Hold Me Close
  • Usa, 2015
  • pag. 347
  • Protagonisti: Effie, Heath
  • Casa editrice: Harper Collins
  • genere: Dark Romance
  • Standalone

 

Questo libro è per i folli che a occhi sbarrati contemplano il buio della notte, che amano quando non dovrebbero;  per coloro che contano le stelle e ne ricavano conforto.  Questo libro è per chi preferisce essere ossessionato e tormentato, piuttosto che venire lasciato indietro.

Effie e Heath sono personaggi molto conosciuti, non per qualcosa che hanno fatto, ma per ciò che è successo loro quando erano piccoli. Segregati e abusati dallo stesso uomo per diversi anni, i due ragazzi hanno trovato conforto l’uno nell’altra sino a quando non sono riusciti a fuggire dalla loro prigione e l’aguzzino non è stato arrestato.

Ora sono due adulti che cercano di andare avanti con le proprie vite. Effie pensa che sia arrivato il momento di cercare di avere una relazione “normale”, e Heath non è l’uomo giusto, perché il solo guardarlo in faccia è un salto in quel passato buio e angoscioso. Per questo cambia uomini nello stesso modo in cui si cambia d’abito tutti i giorni. Heath, invece, è da sempre innamorato di Effie, per lui non potrà mai esserci un’altra donna. Inoltre, è convinto che entrambi potranno andare avanti con le proprie vite solo dopo aver affrontato e sconfitto il passato che li accomuna.

Una nuova crisi, però, è pronta a scagliarsi contro di loro, tanto che Effie teme che non ritroverà mai un suo equilibrio se non tornando nella casa dove la storia ha avuto inizio. E Heath dovrà essere al suo fianco.

 

 

 

 

 

Recensione

 

 

Effie e Heah hanno condiviso un’esperienza devastante, sono stati rapiti quando erano ragazzini da uno psicopatico che per tre anni li ha sottoposti ad abusi di ogni tipo. Dopo essere stati salvati e riportati nelle rispettive case, però, si rendono conto di non poter proseguire con le rispettive vite, sono ancora imprigionati in quello scantinato: solo che ora la prigione è nella loro testa.

Lui fatica a dare un senso alla propria vita passando da un lavoro all’altro e cercando disperatamente di convincere Effie a restargli accanto, è innamorato di lei da sempre e crede che sia l’unica donna che amerà mai. Lei ha una figlia avuta da un rapporto occasionale e una carriera da artista, nella quale esorcizza i suoi demoni, che la soddisfa, ma è segnata dalle violenze subite: ha un pessimo rapporto con il cibo, con la madre e soprattutto con il sesso. Incapace di vederlo come un atto d’amore, riesce ad arrivare al piacere solo attraverso il dolore, perché nella sua testa questo arriva solo insieme alla sofferenza.

Anche per lui è così, ma mentre per Effie questo stato di cose rende impossibile un qualsiasi coinvolgimento emotivo, Heath non è dello stesso avviso.

Farai quello che vuoi fare, Effie. E’ sempre stato cosi. E tutto quello che posso fare io è aspettarti, giusto?

E’ una donna fragile che cerca di recuperare l’adolescenza che le è stata rubata passando da un uomo all’altro per poi tornare sempre da Heath. Lui la aspetta, la sostiene, la consola e subisce più o meno passivamente i comportamenti altalenanti di Effie che la spingono a cercarlo per poi respingerlo subito dopo. Purtroppo Heath le ricorda costantemente quello che è stato, tutte le possibilità che non ha avuto e che avrebbe potuto avere e dovrà ridiscendere nuovamente negli inferi per fare i conti con sé stessa, prendendo consapevolezza del fatto che l’esperienza che ha vissuto ha fatto di lei la persona che è adesso. Lui dovrà solo convincerla a lasciarsi andare a questo sentimento invece di combatterlo, ma se c’è un dono in possesso di Heath è quello della perseveranza.

Se l’universo scomparisse e lui restasse, troverei comunque la forza di vivere. Senza Heath, tutto il resto é solo un ombra, qualcosa di alieno di cui non potrò mai fare parte.”

Il passato e il presente che si incrociano aiutano a entrare nella testa dei protagonisti e spiegano in maniera dolorosa la motivazione dei loro comportamenti. Una lettura forte e potente. Una storia che lascia il segno.

Giudizio:

 

Sensualità:

Violenza:

 

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: