Thunder di Mary Lin

Italia: 2019

pagine: 351

Personaggi: Damien, Sarina

Casa Editrice: Self Publishing

Genere: Contemporary Romance

Data di Uscita: 22 Gennaio 2019

Serie Rebels #4

Thunder di Mary Lin

“Mi ripeto come un mantra tutte le ragioni per cui non devo pensare a Damien come uomo. È un playboy. È un delinquente. È un superficiale. Uno stronzo egocentrico.”

Sarina conduce una vita tranquilla ed equilibrata, suddividendo i suoi giorni tra il lavoro di infermiera e l’aiuto che dà ai suoi genitori, nel B&B di famiglia. È una donna sensibile, che preferisce i ritmi pacati e i silenzi alle uscite chiassose con le amiche. Ma Sarina desidera anche un uomo che non dovrebbe volere.

Damien fa parte dei Rebels, è lo scapestrato del club. Impulsivo fino a essere irresponsabile, è un torrente in piena: sfacciato, vizioso e donnaiolo, divora la vita, nel desiderio di saziarsi da una fame antica.
Sarina e Damien, due mondi opposti che si ritroveranno inestricabilmente uniti, complici una notte e un cielo silenzioso, che verranno sconvolti dalla potenza di un tuono in grado di rovesciare le stelle e fondere le loro anime. Forse, per sempre.

La vita è meravigliosa perché è tutta nelle nostre fottute mani. Vedi, Signore, sarai anche stato un gran genio ad aver creato tutto questo, ma a scegliere cosa farne siamo noi.

Ecco. Qui è il punto preciso in cui mi sono innamorata dello stupendo uomo imperfetto che Damien rappresenta. Uno che ha sofferto, è caduto, si è rialzato, è caduto di nuovo e di nuovo si è rimesso in piedi, senza perdere mai la voglia, la speranza, il coraggio di decidere la propria vita.

Errori, inciampi, casini, momenti magici e tutto quanto, il pacchetto completo. Damien è uno che non demanda, che non rimanda, che non demorde. Impetuoso appunto come un tuono, coglie l’attimo e arraffa tutto quello che può. Se fosse vissuto in un’epoca antica sarebbe stato un barbaro conquistatore.

“Mi sarei preso tutto ciò che volevo. Mi sarei preso tutto ciò che desideravo, bramavo, invidiavo agli altri. E ci sarei riuscito.”

Sarina è un’infermiera, amica delle altre “donne dei Rebels”. Damien e lei si conoscono da moltissimo, sono attratti l’uno dall’altra fin dal primo momento, ma entrambi negano questo elastico che li attira e li respinge.

Lui è l’uomo più sbagliato per una come lei. E lei è una donna assolutamente fuori dalla portata di un diavolo come lui.

Lei cerca un principe azzurro, lui scopa qualunque femmina gli passi davanti. Più diversi non possono essere. Eppure più simili non potevano sembrarmi, leggendo il senso di inadeguatezza che li travolge quando ognuno dei due è solo con i propri pensieri, o quando lascia che l’orgoglio parli al posto suo.

Perfettamente uguali e profondamente opposti. Non vi dice qualcosa, questo?

“E’ vero. Do loro quello che si aspettano da me. Perché perdere tempo a dire che non è vero? Se non riesco a dimostrarlo con i fatti, allora hanno ragione, porco cazzo.”

Poi accade l’impensabile, il tratto caratteristico di Mary Lin, che tiene appeso il lettore alle sue pagine con l’occhio sbarrato per il terrore. E si sa che l’orrore condiviso unisce come e più della gioia…

Mary, Mary, cosa mi fai ogni santa volta?  Crei personaggi che danno assoluta dipendenza ed entri ed esci dalle  situazioni più intricate leggera come una farfalla e precisa come un…Chirurgo!

Damien è la forza e la potenza di un uomo con un cuore di bambino, che ha sofferto per mancanza di affetto e cure. Sarina è una donna coraggiosa e positiva, con due braccia sottili che possono diventare un porto sicuro per giorni di tempesta…

E poi c’è Paige, la sorellina adolescente di Damien, nella fase in cui rifiuta qualunque ruolo a parte quello di spina nel fianco per chi le vuole bene. Poi ancora ci sono gli amici di Damien, i compagni del club, quelli in puro stile Sons of Anarchy, che sostengono e sobillano situazioni roventi fino a farle detonare potenti.

E Damien è uno che detona parecchio. Oh, se detona!

Ragazza mia, un altro libro fantastico. Smetterai mai di sorprendermi?

Dimenticavo la fottuta playlist! Cito e traduco qualche titolo, perché non si tratta soltanto della colonna sonora di questa storia, ma ne interpreta e giustifica alcune scene.

 -A reason to fight, è Sarina. E’ Paige. E’ la vita stessa. Tutto per Damien è una ragione per combattere. Per prendersi giorno dopo giorno quello che vuole. Perché niente capita a caso e niente ti casca semplicemente addosso.

Let me me be your superhero (Lascia che io sia il tuo supereroe): Sarina per Damien e Damien per Sarina.

To tell you the truth. Dire la verità è ciò che entrambi faticano così tanto a fare, per la difficoltà di calare la maschera dell’orgoglio.

Dangerous night. Una notte pericolosa è quella che cambia la vita di tutti loro…

Leggete questo romanzo, ne vale assolutamente la pena.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus


Author: Navillus

Rispondi