Rebel. Il tradimento di Alwyn Hamilton

Gen 31, 2018

Rebel. Il tradimento di Alwyn Hamilton

  • Titolo Originale: Traitor to the Throne
  • Usa, 2017
  • pag. 518
  • Protagonisti: Amani,
  • Casa editrice: Giunti
  • genere: Fantasy

Serie Rebel of the Sands (2)

Amani, ormai consapevole dei poteri sovrannaturali ereditati dal padre, si è unita alle forze della resistenza in lotta contro il Sultano.

Gli scontri stanno sfuggendo al controllo del principe Ahmed per evolvere verso una guerra che i ribelli non sono ancora pronti a vincere: quando in una remota città del deserto la filosofia della ribellione viene usata per giustificare un massacro, anche tra i seguaci di Ahmed scoppiano i primi profondi contrasti.

Segreti e antichi rancori familiari, agguati, tradimenti, un susseguirsi di colpi di scena in un mondo in cui nulla è ciò che sembra: Amani arriverà a chiedersi se davvero il Sultano è un tiranno, come lo dipingono i ribelli, e non invece un sovrano che cerca disperatamente di difendere il paese che ama dall’invasione di un nemico straniero.

Un mondo di passioni intense dove i padri sono pronti a uccidere i propri figli, ma anche dove l’amore è ardente come il deserto.

Booktrailer

“Di solito la mia rabbia ardeva come una fiamma. Ma non stavolta. No, stavolta era nera e fredda. Li avrei distrutti.”

Per la prima volta in assoluto, posso dire che il seguito di un bellissimo primo capitolo fantasy da cinque stelle, abbia superato il predecessore: 110 e lode a te, Alwyn!

Nel secondo volume la nostra Amani si trova in trappola e impotente nelle mani del Sultano: uomo crudele, affascinante e tremendamente intelligente.

Chi l’avrebbe mai detto che proprio la terra promessa che voleva raggiungere potesse diventare, a causa del peggiore dei tradimenti, la sua prigione?
In un ambiente alla ‘mille e una notte’, dovrà giocare secondo regole a lei ignote.

Ci saranno segreti, verità obbligate e nuove visioni della realtà che faranno riflettere. Magia, poteri sconfinati e storie antiche.

Un luogo da sogno che cela il cuore del potere, equilibri labili e lotte per la supremazia.
Riuscirà Amani a portare avanti il suo gioco senza farsi dare scacco matto?

“Il Sultano abbassò lo sguardo su di me. Lo sostenni. Lasciai che vedesse la rabbia e la sfida che ardevano nei miei occhi. Lui mi sorrise e io abbassai di colpo le braccia, mandando la tempesta a schiantarsi su di noi.”

Giudizio


Sensualità

Violenza

◇Cherry ◇

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: