Più di così di Samantha Young

febbraio 5, 2018

 

 

Più di così di Samantha Young

  • Titolo Originale: Fall from India Place
  • Usa, 2014
  • pag. 294
  • Protagonisti: Marco, Hannah
  • Casa editrice: Mondadori
  • genere: New Adult, Contemporary Romance

 

Serie On Dublin Street (4)

Hannah Nichols è follemente innamorata di Marco D’Alessandro da quando lui, a scuola, l’ha salvata da un gruppo di bulli. Marco è un ragazzo americano, schivo e taciturno, dal passato turbolento, finito in Scozia dagli zii per sfuggire alle brutte compagnie. Finalmente una sera, durante una festa, Marco cede al fascino di Hannah, ma subito dopo sparisce, lasciando la ragazza senza una spiegazione.

Comincia così il tormento silenzioso di Hannah, che dovrà affrontare da sola prove per lei molto difficili, senza l’appoggio dei genitori e senza la persona più amata. Cinque anni dopo, però, Hannah e Marco s’incontrano casualmente a un matrimonio e riprendono a frequentarsi, ma il loro destino di felicità è nuovamente messo alla prova quando Marco…

 

 

Recensione

 

“Episodi come questo ci ricordano quanto la vita sia incerta e quanto sia stupido limitarsi a sopravvivere, quando il mondo ci chiede invece di vivere pienamente. Ora sta a voi: potete almeno far tesoro di questa lezione. Noi diamo per scontata la vita, ma è sbagliato; dobbiamo iniziare a vivere con consapevolezza.”

 

Il modo di scrivere di Samantha Young è…qualcosa di indefinibile.

Se sei un lettore, la ami e la odi perché ti rovina per sempre le letture successive. Se sei un autore, ti fa sentire un asino volante che si crede un’aquila reale. Se sei un blogger, non trovi le parole.

Avete presente quei personaggi che ti lasciano a bocca aperta? Imperfetti e tuttavia perfetti per la caratterizzazione, tanto che ti sembra di vederli? Di solito succede con pochi, e solo con i protagonisti. Pochi scrittori disegnano profili meglio di un detective, mentre raccontano le loro storie. La Young è di sicuro uno di questi.

Ho adorato questo libro, divorato in poche ore di una domenica fredda, stando al caldo e con una tazza di tè nella mano non impegnata a tenere il kindle.

Copertina Originale

Hannah è un’insegnante di letteratura, in due classi, una di adolescenti, l’altra di adulti. Ha una famiglia splendida, che l’aiuta e la supporta sempre, incondizionatamente (ricordate Braden? Il perfetto protagonista di ‘Sei bellissima stasera’? E’ suo fratello). Ha una schiera di amici, un po’ pazzi, bizzosi, con momenti di stronzaggine acuta e altri di commoventi lealtà e appoggio, tra tutti basti menzionare Cole. (Dio, Cole! La Young deve assolutamente raccontarmi di Cole tutto quello che c’è nella sua testa, pure cosa mangia a colazione e nello spuntino notturno, dopo aver cavalcato come il dio del vento che è).

E Hannah ha un passato. Ieri era una ragazzina insicura, innamorata di qualcuno che non la voleva, che l’ha presa e gettata via. E’ un personaggio perfetto e pieno di contraddizioni, perché noi donne siamo assolutamente così, sempre, non negatelo. Piena di passione trattenuta, ostenta salda tenacia e ferree convinzioni che la tengono in piedi, rigida e glaciale. Ma Hannah non è davvero così. Ha solo paura, di amare, di fidarsi, di sentire, di soffrire, di restare sola e spaventata. Ha così tanta paura di vivere che non vive nemmeno.

E poi c’è Marco. Bello impossibile, onesto e sincero per il poco che può. E’ uno che si vergogna del suo presente e del suo passato. Un altro insicuro che ostenta una durezza che non ha.

-Evidentemente ho solo bisogno di tempo per dimenticarti.

-Allora ti scoperò fino a quando non mi avrai dimenticato.

Insomma Hannah e Marco hanno segreti, un passato di sofferenza, un presente di solitudine e un futuro che li aspetta. Sapranno accettare le incognite che vi sono legate? Si fideranno mai più di qualcuno?

-Perché mi hai chiesto di venire qui, stasera?

-Perché quando sono insieme a te ho l’impressione che andrà tutto bene.

Lo so, a questo punto mi state dicendo: dov’è la novità? Il 90 % dei romance hanno trame simili. E’ vero, ma ciò che fa la differenza è come racconti la stessa cosa già sentita e strasentita. Quante sono le favole della nostra infanzia? Decine, centinaia? Sono tutte simili, eppure tutte hanno appassionato, appassionano e appassioneranno milioni di bambini e di adulti in tutto il mondo. Perché raccontano brutte realtà a cui i migliori si ribellano, sogni che sono destinati a risollevarci, e grandi insegnamenti mascherati con un sorriso.

Se avete già letto la Young, siete abituati alle sue montagne russe di emozioni.

Se non l’avete mai letta… be’, che aspettate?

Giudizio

Sensualità

Violenza /

 

Navillus

 

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: