Per sempre tua di Jewel E. Ann

Per sempre tua Jewel E. Ann

Titolo Originale: Transcend

Usa: 2018

Pagine: 318

Protagonisti: Swayze, Griffin, Nate

Genere: Contemporary Romance

Cliffhanger

Casa Editrice: Newton Compton

Data di Uscita: 5 giugno 2019

Serie Transcend #1

Per sempre tua di Jewel E. Ann

In un’altra vita, lei era mia per sempre

Swayze Samuels ha avuto un’intelligenza particolare sin da quando era piccola. A soli undici anni riusciva a sentire una connessione con eventi accaduti anni prima della sua nascita. Psicologi ed esperti di sviluppo infantile si sono occupati del suo caso, senza mai venirne a capo. Adesso Swayze ha ventun anni, è fresca di college e ha appena ottenuto per l’estate un lavoretto come babysitter di una bambina appena nata. Non appena fa la conoscenza del suo nuovo datore di lavoro, un professore di anatomia diventato da poco vedovo, qualcosa le sembra terribilmente familiare. Come è possibile che conosca tante cose di lui, nonostante la loro differenza di età?.

Per recensire questo libro prenderò in prestito il mondo della cucina e scriverò la nuova ricetta della torta perfetta. Ci state?

Prendete un pizzico di Griffin, meraviglioso meccanico di ventitré anni, dal cuore d’oro,

«Ti amo perché rimani. Ti odio perché non vieni con me. Hai messo in gioco il tuo cuore e quel cuore è mio. E io mi prendo cura di ciò che è mio» 

Aggiungete una manciata di Nate, il professore dal passato travagliato e un presente fatto di ricordi e buoni propositi,

 «Siamo umani. Affermare di essere infallibili è rischioso. Una professoressa che avevo al college disse agli studenti che la sicurezza non porta a nulla se non alla rovina. Aggiunse che bisogna usare con moderazione le parole “prometto”, “garantisco”, “sempre” e “mai”» 

Impastate insieme a mezzo chilo di Swayze, una ragazza con una mente ingombrante e tanta voglia di normalità,

«Noi bambini non vogliamo essere unici o speciali, vogliamo solo integrarci» 

Quindi mescolate attentamente perché l’impasto vi lieviterà sotto gli occhi fino a divenire una torta altissima. Avete presente quelle delle pasticcerie, piene di particolari in glassa e marzapane? Fate ben attenzione perché ogni fogliolina, fiorellino, ghirigoro, ha una posizione speciale e un significato particolare. Nulla è a caso in questo magnifico racconto della Ann.

È una storia certamente angosciante quella di Swayze, giovane donna non abbastanza speciale da essere un genio, non abbastanza comune da essere una dei tanti, a scuola come nella vita di ogni giorno. Divisa tra il proprio presente, fatto del suo ragazzo, Griffin Calloway, una madre scomoda e un lavoro che adora, badare a una neonata adorabile, e un passato che non le appartiene, costituito dai ricordi che crede di “leggere” nella mente del proprio datore di lavoro, Nate Hunt.

Griffin in particolare è un fantastico incidente di percorso, un benevolo scherzo del destino su cui Swayze ha inciampato.

“Avrei potuto essere ovunque il giorno in cui ho incontrato il mio Ragazzo del Supermercato. Sarei potuta arrivare dieci minuti dopo. O cinque prima. Fare la coda a un’altra cassa. Un milione di altri scherzi del destino avrebbero potuto cambiare il corso della mia vita.

Il destino. Dio. Un potere più grande. O forse solo dannata fortuna.” 

Ma in fondo, a pensarci bene, quali avvenimenti nella vita di ognuno di noi non potrebbero essere definiti altrettanti “scherzi” del destino? Il nostro talento forse è allora solo quello di renderci conto di questi “regali” inconsapevoli e di avere la capacità di tenerceli stretti.

Griffin e la piccola Morgan sono i regali che il destino ha preparato per Swayze. Nate potrebbe essere un mezzo per trasmettere questi regali.

O forse…

Ultimamente ho avuto una fortuna sfacciata nel pescare, nel panorama immenso della letteratura rosa contemporanea, che vede decine e decine di uscite settimanali, diverse perle, che mi hanno stregata e che difficilmente usciranno dalla mia mente, di solito labile. “Per sempre tua” è certamente una di queste perle. Ma trovare le parole giuste in questi casi è davvero difficile. Perché sarebbe delittuoso non sottolineare le caratteristiche della storia intensa e struggente di Swayze, ma altrettanto imperdonabile sarebbe lasciar trapelare troppo di questa vicenda, togliendo al lettore la gioia di scoprire pagina dopo pagina dove la penna brillante della Ann vuole trascinarlo.

Perciò vi dico solo di leggere e lasciarvi trasportare da questa storia, da questi protagonisti, da questa scrittura. Arriverete dove non avreste mai pensato potesse andare a parare.

Da parte mia non vedo l’ora che sia il 29 luglio per leggere la seconda ed ultima parte della storia di Swayze, perché voglio assolutamente scoprire cos’altro abbia escogitato Jewel E. Ann e quale sia il vero collegamento tra la protagonista e Daisy Morgan…

A presto.

Giudizio:

Sensualità:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi