Pazzo d’amore di Marie Force

Titolo Originale: Maid for Love

Usa: 2011

Pagine: 349

Protagonisti: Maddie, Mac

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Quixote Edizioni

Data di Uscita: 22 marzo 2019

Serie Gansett Island #1

Lei è una mamma single, con poca pazienza nei confronti di un playboy, finché questi non le dimostra che sta facendo sul serio

Maddie Chester è determinata ad andarsene dalla sua città natale di Gansett Island, un posto che le ha lasciato solo brutti ricordi e una cattiva reputazione.

Poi, però, viene fatta cadere dalla bicicletta, mentre si sta recando al lavoro come addetta alle pulizie al McCarthy’s Resort Hotel, proprio dal “figlio prediletto” di Gansett, Mac McCarthy. Mac è tornato in città per aiutare suo padre nella vendita dell’albergo di famiglia e non ha alcuna intenzione di trattenersi a lungo.

Quando fa accidentalmente cadere Maddie dalla bicicletta, ferendola gravemente, si trasferisce da lei per aiutarla a guarire e per prendersi cura di suo figlio. Ben presto, Mac realizza che i suoi progetti di una visita toccata e fuga sull’isola sono seriamente a rischio e potrebbe semplicemente essere pazzo d’amore.

«Come va, mocciosa?»

Lei lo colpì giocosamente allo stomaco. «Non chiamarmi così. Sono un’adulta, o sei stato via così a lungo da averlo dimenticato?»

«Per me avrai sempre tredici anni e l’apparecchio ai denti. Hai già preso la patente?»

Wow! Avete presente la copertina di Linus? Ebbene, questo tipo di storia è la mia copertina, quella che ti scalda, ti coccola, ti fa sorridere. Quella che ti rimette in pace col mondo se hai avuto una brutta giornata o qualcuno ti ha deluso. Quella che ti fa credere che il mondo è ancora un bel posto e i sogni a volte possono realizzarsi. Una bella commedia romantica dove ci sono scene che fanno stringere il cuore ma anche altre in cui si sorride.

Maddie è una donna che dalla vita ha ricevuto solo immense, cocenti delusioni. Bullizzata da ragazzina, abbandonata dal padre e trascurata dalla madre, ha due soli amori nella propria vita: sua sorella e un bimbo di nove mesi, avuto da un perfetto idiota.

Mac è un vincente: ricco, bello, donne come se piovessero, amici, opportunità. Il mondo è stato creato per sorridergli. Lo odiate già, vero?

Sbagliato. E’ un uomo conscio della propria fortuna, che non gira le spalle agli amici e soprattutto che paga sempre i propri debiti. Crede nel lavoro, è leale e onesto, ama la propria famiglia.

Mentre Mac guardava la strada che portava verso casa dipanarsi di fronte a lui, un’improvvisa e potente voglia di riprendere la magia della sua infanzia lo sopraffece. Voleva tornare indietro nel tempo, a prima che l’isola si chiudesse intorno a lui come una prigione. Voleva tornare a quelle interminabili giornate estive di nebbia e sole, barche e persone. Quella sorprendente realizzazione lo colpì al cuore e mandò il suo progetto di vita fuori dal finestrino, come un pezzo di carta che veniva portato via dalla brezza tiepida…

Un uomo quasi perfetto, come può esistere solo nei sogni di chi è sfinito e sfiduciato come Maddie… Certo, una povera donna ci prova a resistere, ma non possiamo di certo sottovalutare la forza di quelle beate ovaie che esplodono quando un certo uomo muscoloso e bellissimo non solo compie una gentilezza dietro l’altra, ma perfino parla con dolcezza infinita ad un bimbo piccolo…

Date retta a me, Mac è irresistibile come la cioccolata calda dopo una giornata al freddo e al gelo, o una birra ghiacciata sotto il sole cocente, in riva al mare…  Per questo leggendo vi ritroverete a tifare per lui e la sua assurda tenacia, contro ogni razionalità e giusta cautela di Maddie.

Del resto… siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni!

A volte la vita mette sulla tua strada alcune cose solo per mostrarti qual è il posto a cui appartieni.

Ora aspetto trepidante il successivo della serie, sulla sorellina di Mac, la mocciosa cresciuta, avete presente? Lì ho come l’impressione che ci sarà molto da ballare sulla linea della friendzone… ma ne varrà la pena.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi