Obbligo o verità di Penny Reid

giugno 28, 2018

 

Obbligo o verità di Penny Reid

  • Titolo Originale: Truth or Beard
  • Usa, 2015
  • pag. 382
  • Protagonisti: Jessica. Beau, Duane
  • Casa editrice: Always Publishing
  • genere: Contemporary Romance

 

Serie Winston Brothers (1)

 

Jessica James, laureata da poco ma da sempre con la testa sulle spalle, è pronta a fare ritorno nella sua piccola città natale del Tennessee. Ad attenderla ci sarà la sua eterna cotta infantile, Beau Winston, il cui sorriso amichevole non ha mai smesso di farle cedere le ginocchia e annodare la lingua, ma soprattutto il suo avversario di sempre, Duane Winston, il gemello di Beau.

Due uomini che potranno anche condividere lo stesso cognome e un viso dal fascino devastante, ma dove Beau è affabile ed estroverso, Duane è silenzioso e riflessivo. Complice un simpatico equivoco e un’interessante partita a Obbligo o verità, Jessica si ritroverà a chiedersi se dietro alla rivalità con Duane non si nasconda molto di più.

Scoprire l’eterna e insaziabile cotta del gemello burbero la lascerà decisamente impreparata, per non parlare della scoperta delle sue mani bollenti, della sua bocca bollente, e del suo aspetto ancora più bollente. Se poi a questa gran confusione si aggiungono un gatto assassino, i guai con una banda di motociclisti e i sogni di una vita, quanto sarà disposta a rischiare una ragazza con la testa sulle spalle e il cuore sottochiave?.

 

 

 

«Non so neanche da dove iniziare con te e la tua follia. So come funziona la pillola, fratello e, scusa se ti rovino la sorpresa, ma avvolgere la banana in un preservativo funziona il 99% delle volte».

«Non ci sarà nessuna banana!»

«Oh, ci sarà un’intera foresta pluviale tropicale di banane! E noci di cocco!» Indicai il mio seno. «E, con un po’ di fortuna, le banane si strusceranno sulle noci di cocco».

Vi confesso che Cherry, ovvero io, è una vera lettrice seriale compulsiva. Non ha tempo, vorrebbe leggere tutto e tutto il giorno ma, ahinoi, le tocca lavorare altrimenti non si sopravvive. E allora ruba tempo al sonno, al bagno, ai momenti d’ozio, ed è così che si è approcciata a questo romanzo di Penny Reid.

E per fortuna che l’ho fatto! Questo libro è FAN-TAS-TI-CO! Ironico, frizzante, leggero al punto giusto, con una trama accattivante e dei personaggi adorabili!

Tra noci di cocco e banane, famiglie formate da ottocento fratelli (uno più fico dell’altro, ma Cletus resta forevah il mio preferito!!!) ed un gatto serial killer, Penny Reid mi ha regalato una lettura coi fiocchi e controfiocchi.

Dopo la laurea, Jessica è tornata al paesello. Poiché ha la necessità di saldare i debiti scolastici, la cosa più semplice è accettare al volo il posto vacante di insegnante di matematica. Con fatica però, perché lei è uno spirito libero. Wanderlust e Fernweh sono i suoi secondi nomi e questa voglia di girovagare e la nostalgia della lontananza tenute al guinzaglio rischiano di spegnerla giorno dopo giorno.

La sera di Halloween si imbatte nella sua cotta sin da quando era bambina: Beau Winston. Il dolce, gentile, simpatico ragazzino che innumerevoli volte l’ha fatta sospirare e che le ha sempre azzerato le facoltà linguistiche. Perché Jessica in sua compagnia va completamente in tilt, e non capisce più nulla se non osservare come una stoccafissa il suo amato. Oggi lei però non è più una ragazzina, così coglie la palla al balzo e finalmente lo bacia. E che bacio, signori e signore! Una cosa meravigliosa, indimenticabile. Tanto che l’ormone represso che soggiorna nel suo corpo prende il sopravvento e… fa scappare Duane. Eh sì, perché dopo aver preso il coraggio a piene mani, il suo limonatore del cuore confessa di non essere il principe azzurro agognato, bensì il suo odiatissimo gemello. Non che lei gli abbia mai chiesto la sua vera identità….

Eppure questo misunderstanding crea un corto circuito nel cervello di Jess. Così inizia a guardare Duane con occhi diversi, anche se i litigi continuano a persistere. Perché in realtà, nonostante lei creda di conoscere bene quella peste di Duane, forse tanta ostilità e antipatia sono un po’ troppe per non essere la chiave di un…amore segreto.

Del resto le innegabili qualità di Duane che Jessica può toccare con mano, la fanno vacillare. Forse non è proprio malaccio, e nemmeno così odioso… Alla fine insomma lei non riesce a smettere di pensare a lui, e al buon Duane succede la stessa cosa.

Come lasciarsi andare ai sentimenti? E come rinunciare alla propria identità girovaga?

“Anche le montagne finiscono per crollare. Niente è per sempre. Hai l’occasione di essere felice, anche se per una settimana, un mese o un anno? Allora la devi prendere e non mollarla finché dura.”

La storia di Duane e Jessica mi ha tenuta incollata al mio amato Kindle. Perciò ve la consiglio caldamente, se siete in cerca di una love story dolce ma non troppo e decisamente piena di umorismo. Grazie Penny, per questa ventata di divertimento amoroso! E ora ti attendo a braccia aperte con i prossimi fratelli Winston!!

 

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:


♦ Cherry ♦

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: