Non andare via di Sharla Lovelace

aprile 7, 2018
Non andare via di Sharla Lovelace
Non andare via di Sharla Lovelace
  • Titolo Originale: Don’t Let Go
  • Usa, 2015
  • pag. 352
  • Protagonisti: Jules, Noah
  • Casa editrice: Newton Compton
  • genere: New Adult, Contemporary Romance
  • Standalone

“Jules…”, fece Noah, voltandosi a guardarmi negli occhi per un secondo. In quell’istante vidi le ultime tracce dei ragazzi che eravamo stati e dell’intensità che aveva caratterizzato la nostra storia.

A Jules Doucette White non piace il periodo del carnevale di Copper Falls, che si svolge a fine Gennaio. Il tempo è freddo e umido e non sente di avere alcunché da festeggiare, perché è stato nello stesso periodo ventisei anni prima che la sua vita è cambiata in maniera drastica e devastante. Era una diciassettenne all’epoca, ed era innamorata di Noah Ryan, suo coetaneo amico d’infanzia, e lui amava lei, ma il destino, sotto forma della glaciale madre di Jules, si è accanito contro di loro.

Jules e Noah, nonostante la giovanissima età aspettavano un bambino, ma la madre di lei li ha costretti a darlo in adozione; questo aveva causato l’allontanamento volontario di Noah, che aveva deciso di arruolarsi in marina e che non si era mai più fatto vedere in paese da allora.

Jules era stata così costretta ad andare avanti nonostante il dolore immenso, dopo qualche anno si era sposata con Hayden e aveva avuto Becca, che ormai aveva diciassette anni, ma il matrimonio era naufragato e ora si ritrovava a vivere la vita che la madre aveva voluto per lei, ad abitare nella casa in cui era cresciuta e a lavorare nella libreria di famiglia, senza più nemmeno ricordarsi di che materiale sono fatti i sogni. Poi un giorno, proprio poco prima del carnevale, Noah torna in città all’improvviso, sempre bello come quando era giovane ma più adulto e affascinante, e con un ingombrante giovane fidanzata incinta al suo fianco.

Per Jules rivedere Noah è un colpo durissimo, è riaffrontare dopo tutti quegli anni l’orribile errore che la madre le aveva fatto fare, ma è soprattutto ritrovarsi faccia a faccia con i suoi sentimenti, quelli che ha tenuto ben nascosti per ben ventisei anni.. come farà a impedire al suo cuore di spezzarsi di nuovo in mille pezzi per colpa dell’unico uomo che abbia mai amato?.

“Jules”.

Vidi tutto in quell’unico secondo, tutto quello che non poteva dire, tutto ciò che aveva provato.

“Non andare via”, sussurrai.

Quello di questa storia è un amore che sfida il tempo, la logica e la ragione. E’ la rivincita del cuore dopo che quelle stesse logica e ragione hanno causato  dolore e rimpianto. E’ il passato che riprende da dove il presente e la famiglia avevano congelato sentimenti e futuro.

Un libro indimenticabile che mi ha spezzato il cuore e me lo ha restituito più forte, dopo una notte passata insonne fino all’alba per riuscire ad arrivare in fondo a questa storia: due Romeo e Giulietta dei giorni nostri, vent’anni dopo una scelta troppo veloce, poco ponderata e sicuramente sbagliata.

Un genitore vuole sempre il meglio per i propri figli, giusto? E capisce sempre prima di loro e meglio di loro cosa è meglio fare per la loro felicità e il loro futuro, vero? Jules e Noah sono solo due ragazzi, troppo giovani e troppo innamorati, quando questa storia inizia. La scelta davanti a cui sono messi è decisamente troppo grande per la loro età ed è per questo che gli adulti, soprattutto la madre di Jules, abile manipolatrice, decide tutto per loro.
Peccato che le conseguenze ricadano però solo sui due ragazzi. Tre per l’esattezza. E forse pure quattro, considerando anche la figlia di Jules, anni dopo.

Quando tutti si ritroveranno, quel passato sarà ancora tra loro, con il grumo di dolore feroce che si porta dietro, per non aver chiesto, non aver saputo, non aver deciso, essere stato troppo, o non essere stato abbastanza, prima che fosse semplicemente troppo tardi.

Sperare è impossibile, dimenticare ancora di più. Ma forse ricordare insieme e ripartire è ancora un’opzione?

Indimenticabili i due protagonisti, con la loro forza e le piccole debolezze. Fantastici i due ragazzi, Seth e Becca, bellissimi tra loro e stupendi con la madre.

Un libro che insegna molto sulla vita, sull’amore tra figli e genitori, sul rapporto di coppia e su quanto cambia il nostro cuore, mentre il tempo muta il colore dei nostri capelli.

Un’emozione continua dalla prima all’ultima pagina, grazie per questo gioiellino, Sharla!

“Ti ho preso”, la voce di Noah mi arrivò all’orecchio.

 “Respira, tesoro, ti ho preso.”

 

Giudizio

Sensualità

Violenza /

 

Navillus

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: