Noi due per sempre di Jewel E Ann

Titolo Originale: Epoch

Usa: 2018

Pagine: 283

Protagonisti: Swayze, Nate, Griffin

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Newton Compton

Data di Uscita: 29 luglio 2019

Serie Transcend #2

Noi due per sempre di Jewel E Ann

Alcune vite terminano incomplete, altre trascendono il tempo.

Dopo un orribile incidente, Swayze si ritrova imprigionata in due vite. Frammenti di ricordi si alternano a veri e propri incubi che la spingono a immergersi sempre più a fondo in un viaggio alla ricerca della verità. Si lascerà trascinare lontano dai suoi sogni per inseguire un desiderio di vendetta che appartiene a una vita non sua? Ci sono cose che non possono essere spiegate, ma al suo fianco troverà Griffin, guidato da un amore intenso e sincero, e Nate, con il quale sente una connessione inspiegabile. E alla fine, quando tutto sarà sul punto di infrangersi, dovrà decidere se continuare a vivere nel passato o dedicarsi, una volta per tutte, al suo presente.

Trascendere= andare oltre, superare i limiti, di qualunque genere essi siano. Mai titolo è stato più azzeccato (in inglese la serie si chiama “Transcend”, trascendere, appunto).

Questo romanzo trascende il genere rosa. Questa storia trascende la dicitura “letteratura d’intrattenimento”. Quest’autrice trascende la normale scrittura contemporanea. E se nel primo libro avevo segnalato di dare importanza a ogni particolare e parola perché tutto era fondamentale alla trama, qui diventa impressionante quanto ogni più piccolo evento sia concatenato al successivo e come ogni piccolo pezzo di puzzle serva a dare comprensione al quadro finale.

Ritroviamo gli stessi protagonisti, ovviamente, vista la cesura sospesa alla fine del primo libro. Ma mentre Griffin, il principe azzurro senza cavallo bianco ma con il cuore più puro degli angeli, e Nate, il professore coinvolto suo malgrado in un’esperienza più grande di lui, restano fondamentalmente fedeli a se stessi, Swayze evolve da bruco in farfalla e diventa una donna consapevole del proprio passato e con una mente forte abbastanza da accettare l’inspiegabile come fosse razionale. Ma l’evoluzione non è senza dolore. E forse mai lo è, nella vita di nessuno di noi.

Il suo amore è la mia religione.

Il suo bacio mi reclama come l’oceano la spiaggia, spingendomi indietro finché non cedo, attirandomi in profondità benedette, inghiottendomi per intero. E così facendo il mondo scompare.

Quattro pareti.

Due corpi.

Un solo amore.

Perdiamo tutto ciò che non conta – vestiti, ricordi di ieri, progetti di domani. Su un telo sporco, sul pavimento freddo, tra grasso e sudore. Abbracciamo noi stessi e questi minuti rubati.

Gli ultimi due individui sulla Terra.

“Non ti lascerò mai andare.” Quattro pareti e quest’uomo – non conta nient’altro.

Non c’è molto altro che possa rivelare in questa recensione, e non soltanto perché sarebbe peccato mortale fare spoiler in questa storia, da scoprire pagina dopo pagina, ma soprattutto perché qualunque parola io possa scegliere non sarebbe mai abbastanza e non renderebbe giustizia a un romanzo perfetto. Non so nemmeno comprendere come si possa toccare argomenti così delicati senza prendere posizione in un senso o in un altro, e senza urtare la sensibilità del lettore. L’autrice è stata superlativa.

Qualunque cosa crediate di aver capito, leggendo questa meravigliosa storia non potrete non porvi domande, non potrete non commuovervi per l’intensità del “sentire” di ciascuno di questi personaggi. Rimarranno impressi nella mia mente a lungo, e sono infinitamente grata alla Ann, che da oggi finisce di prepotenza nella mia personale lista delle autrici preferite.

Grazie per non avermi soltanto “divertito”, ma avermi invece costretto a pensare, a fermarmi a riflettere in più di un momento. E per avermi costretto a mettermi al posto, scomodo, dei protagonisti, cambiando di nuovo, e molto più spesso di una volta, idea sulla loro integrità morale e sulle loro decisioni. Comprendendo ognuno di loro. E amandoli.

Le mostro di nuovo i miei difetti. Il mio amore camuffato da gelosia e la mia sofferenza travestita da rabbia.

“Vaffanculo, Daisy Gallagher.”

Ho salvato così tante frasi durante questa lettura che non volevo metterne affatto… Poi ho scelto quelle che rappresentavano di più i protagonisti, cuori puri ma nutriti di sentimenti inevitabili e decisioni insindacabili.

Leggete questo duetto, ritagliatevi il tempo necessario a farlo. Ma non fermatevi a giudicare durante la lettura, ogni nodo vi giuro che verrà districato prima del gran finale. E vi arricchirà.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi