Nicola di Paola Gianinetto

Italia: 2020

Pagine: 326

Protagonisti: Nicola, Sophie

Genere: Paranormal Romance

Casa Editrice: Emma Books

Data di Uscita: 17 giugno 2020

Serie Principi azzurro sangue #6

Nicola di Paola Gianinetto

Nicola Aldrovandi è un vampiro di seicento anni, cinico e spietato. Uno scienziato immortale che considera gli umani esseri inferiori, non conosce la pietà ed è convinto che l’amore non esista.
Sophie Rousseau, una giovane ladruncola orfana cresciuta in una comune in Camargue, vive di espedienti e non ha mai trovato il proprio posto nel mondo.

Quando, per salvarsi la vita, è costretta a rubare un prezioso diamante in un palazzo nobiliare di Siena, il suo destino si intreccia indissolubilmente a quello di Nicola. Che cosa vuole da lei quell’essere oscuro e potente? E perché, invece di tentare di fuggire dal mortale pericolo che rappresenta, Sophie si sente inesorabilmente attratta da lui?
Alle prese con i fantasmi di un passato sconosciuto, coinvolta dal Consiglio degli Antichi nella lotta a una terribile minaccia che incombe sugli immortali e sul mondo intero, Sophie scoprirà che il letale vampiro di cui non può più fare a meno ha in mano la chiave del suo passato, del suo presente e del suo futuro. E, forse, lei riuscirà a insegnargli che cosa è l’amore.

“Alto e imponente, trasudava potere, minaccia e la speciale arroganza che deriva dalla consapevolezza di essere superiore a chiunque altro sulla faccia della terra. Di sicuro era nobile. Molto nobile. No, nobile non era abbastanza: quel tizio doveva essere un re, un imperatore, un antico condottiero. O più probabilmente un dio. Un dio talmente attraente da seccarle la gola con la sua sola, maestosa presenza.”

…Quando dal nulla la Gianinetto torna a tuono e tu tipo cadi dalla sedia. #sbadabàm

Oggi partecipiamo al review party di una delle serie più atomiche mai lette, i Principi Azzurro Sangue. Da sempre sono una loro fan sfegatata e ogni volta che ci penso mi innamoro ancor di più. Non so se io sia normale, spesso nutro seri dubbi ma vabbè, l’idea che un’autrice italiana partorisca certe perle mi rende orgogliosa peggio della madre di Settimo Cielo.

Per chi ancora non la conoscesse, questa serie è una figata. Però va letta in ordine altrimenti si perdono dettagli succosi ed è un vero peccato. Ogni libro è dedicato ad un personaggio diverso ed è autoconclusivo, ma la storia ha una sua cronologia ed è consigliato godersela tutta fino in fondo.

Ma veniamo a noi! Sophie è una giovane zingarella che già da tempo si è disfatta degli scrupoli morali per sopravvivere e badare a se stessa. Per colpa di un errore di leggerezza, si trova costretta a rubare un diamante molto particolare e dal valore inestimabile.

Nicola, il proprietario della pietra, è un figlio di puttana arrogante e crudele, un borioso immortale consapevole di essere superiore alla razza umana. Non se ne fa una colpa, è semplicemente un dato di fatto. Un uomo duro, spietato, del tutto privo di qualunque elementare sentimento e proprio come gli animali più pericolosi in natura è altresì bellissimo, seducente e ammaliante. Secoli di studi lo hanno reso cinico, e la fissazione per la nascita del vampirismo come innaturale evoluzione della specie umana lo ossessiona. L’idea che esistano delle discendenti di Drago Radetić, l’unico vampiro che è stato in grado di riprodursi con una non vampira, e che siano sì umane, ma abbiano delle peculiarità tali da risultare diverse dalle altre donne, spinge il nostro sexy scienziato ad attuare un piano il cui risultato finale è intrappolare l’uccellino Sophie nella sua rete.

“Cosa dovrei rubare questa volta?” gli chiese frustrata, con un lungo sospiro.
“Possiedo già tutto quello che desidero, Sophie” ribattè lui in un fastidioso tono condiscendente. “A parte la conoscenza.”

Il nostro Nicola spinge Sophie ad accettare un contratto alla cui base ci sono tre semplici regole: fare sempre quello che vuole lui, essere sua per un anno esatto e una volta stipulato non si può più tornare indietro. Per una cocciuta come lei è difficoltoso accettare a scatola chiusa, però la ricompensa finale è davvero interessante e il fascino rude unito al magnetismo di Nicola fa pendere l’ago della bilancia in suo favore.

“Aveva giocato con lei come l’esperto manipolatore che era, toccando corde che sapeva esattamente cosa avrebbero provocato. Aveva amabilmente dosato crudeltà, indulgenza e rassicurante schiettezza, l’aveva condotta dove desiderava che giungesse facendole credere che fosse stata una sua decisione. Non era così. Era lui a possedere tutto il potere, lui teneva in mano i fili, manovrava, costringeva, ordinava. E le avrebbe fatto del male, era inevitabile. Ma, come sempre, avrebbe ottenuto quello che voleva.”

Che filibustiere direte voi. Che adorabile mascalzone dico io! Un villano che però non ha fatto i conti con la piccola Sophie.

“Non si faceva illusioni: lo voleva così tanto che resistergli sarebbe stato terribilmente difficile. Ma che fosse dannata se avesse dato a quel bastardo di un vampiro la soddisfazione di averla piegata.”

Mentre Nicola e Sophie sono costretti a scendere a compromessi, il mondo dei vampiri sta subendo una sorta di colpo di stato. Gli Antichi, un gruppo di vampiri potentissimi di cui fanno parte i vecchi conoscenti -e tra l’altro è sempre un enorme piacere incontrarli sul mio cammino letterario- stanno lottando contro un traditore. Ma in che modo il destino di Sophie e di Nicola è legato a loro? Non vi resta che scoprirlo.

Che aggiungere? Paola Gianinetto è sempre una certezza. Con le sue parole è in grado di trasportarmi verso l’infinito e oltre, e ogni volta, quando poi mi tocca tornare coi piedi nella terra delle comuni letture, tutto è noia. Il suo stile è evocativo, divertente, ammaliante, convincente. Non ci sono pecche, né forzature o superficialità, i suoi personaggi conquistano e incantano il lettore.

Come sempre quindi è una lettura super consigliata. Ma per quanto Nicola sia affascinante, non vedo l’ora di leggere la storia di Freyr Magnusson!

A presto mia cara Paola, ti adoro!

Giudizio:

Classificazione: 5 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Cherry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *