Nectunia, la sinfonia del mare di Daniela Ruggero

Italia: 2020

Pagine: 2018

Protagonisti: Elèna, Ambra

Genere: Fantasy

Casa Editrice: Dark Zone Edizioni

Serie Nectunia #1

Data di Uscita: 15 maggio 2018

Nectunia, la sinfonia del mare di Daniela Ruggero

In un futuro non molto lontano il mondo così come lo conosciamo non esisterà più. Le malattie saranno debellate; la morte, il dolore e la sofferenza non faranno più parte della vita.

Non ci sarà spazio per l’inquinamento che soffoca i mari, l’aria e la terra. Tutto sarà pace, fratellanza e unione. Nessun crimine violento, nessuna disputa.
Nella perfezione di questo nuovo mondo, tuttavia, un gruppo di ribelli denominato «Nectunia» combatte la sua guerra silenziosa, consapevole che tanta eccellenza cela un’amara verità.

Quale prezzo paga in segreto l’umanità al Nuovo Ordine? In che modo dieci uomini e una donna, la «Grande Madre», scandiscono vite, pensieri e passioni di milioni di persone?

In questa perfezione prestabilita e manovrata, potrà l’amore, quello vero e libero, disfare le trama di potere del Nuovo Ordine e ridare speranza all’umanità intera?.

Oggi possiamo dire di trovarci in un futuro periodo storico, per noi presente, in cui un virus ricreato in laboratorio ci ha messi letteralmente in ginocchio. Mai avrei pensato di dover rimanere sigillata in casa per due mesi senza vedere i miei cari, o addirittura senza lavorare.

Anche alla televisione si sono dati alla distopia passando i film di Hunger Games.

Quindi vista la leggerezza del momento, secondo voi quale libro potevo mai scegliere se non Nectunia di Daniela Ruggero?

Nectunia è la capitale del mondo sommerso e libero dai tentacoli dell’Arca.  

Nel mondo distopico della Ruggero siamo nel 2500. Il pianeta terra è sede di guerre e distruzione, di fame e di dolore. Un virus molto pericoloso infetta la popolazione e il collasso della sanità porta inevitabilmente alla presa di potere forzata da parte dei governi. I continenti vengono suddivisi in funzione dei contagiati, degli esposti e dei potenziali. L’Europa invece è scelta come centro di accoglienza dei sopravvissuti. Poco tempo dopo vengono rasi al suolo i territori pericolosi lasciando soltanto l’Europa incolume e ribattezzandola Arca.

Non sembra tanto surreale questo panorama, vero?

La storia della Ruggero inizia però nel 2650, centocinquant’anni dopo la nascita dell’Arca.

Il libro narra le storie delle due protagoniste, Elèna e Ambra. L’una l’opposto dell’altra, ma legate da un destino comune. Solo che ancora non lo sanno.

Elèna è una giovane ragazza che è stata destinata alla raccolta delle primizie. Si tratta di donne la cui vita viene messa totalmente nelle mani di una macchina che sceglierà insindacabilmente la loro vita in quel di Nexium. Alla fine non è altro che una dittatura in cui il governo manipola l’essere umano controllando le menti e la vita dei suoi cittadini.

“Mi sento a disagio, è tutto artificioso e sbagliato. Perché non possiamo essere spontanee e vere?”

Amber invece è il generale a capo dell’unione di ribelli chiamata Nectunia. Una città immersa nell’acqua dotata di tutti i comfort, dove nulla è proibito e dove l’amore è ancora reale. Sopravvissuta alla morte del padre e del fratello, rinuncia a tutto pur di perseguire il sogno di pace. Però a grandi poteri corrispondono altrettanti doveri.

“La gola mi brucia. A ogni respiro ho la sensazione che litri di veleno si riversino nei polmoni. Altri morti. Altro dolore. A quali altri genitori dovrò dire stavolta che i loro figli sono morti?”

Mentre Elèna prova ad adattarsi alla sua nuova vita, pur sentendo le note stonate nella sinfonia, Amber lotta per il libero arbitrio.

Ma quando il suo colonnello viene catturato in un’imboscata, i ribelli scendono in campo per combattere. Amber, Nicolas, Elèna, Marco… come sono legati i loro destini e cosa li spingerà a rischiare il tutto per tutto?

Daniela ha scritto davvero un buon libro. Il mondo ricreato è minuzioso, ben studiato. Le descrizioni di entrambe le realtà sono davvero notevoli, tanto reali e vicine da farmi rabbrividire. Ho però avuto difficoltà nel sintonizzarmi con le protagoniste. Troppo ingenua Elèna e troppo algida Amber. In ogni caso tra pochissimo uscirà il seguito e noi del dirty saremo pronte per combattere nell’esercito del generale di ghiaccio. Grazie Daniela e alla prossima!

Giudizio:

Classificazione: 4 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Cherry.

Author: Cherry

Rispondi