L’uomo perfetto non esiste di Jessica Clare

Titolo Originale: Dirty Scoundrel

Usa: 2017

Pagine: 222

Protagonisti: Clay, Natalie

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Newton Compton

Data di Uscita: 21 giugno 2019

Serie Roughneck Billionaires #2

L’uomo perfetto non esiste di Jessica Clare

Clay Price possiede tutto quello che un uomo può desiderare. Tranne l’unica cosa che i soldi non possono assicurargli: l’amore di Natalie Weston.
Anni prima Clay e Natalie erano innamorati. Ma una proposta di matrimonio rifiutata ha messo fine alla loro storia. Tutto questo avveniva prima che Clay e i suoi fratelli diventassero favolosamente ricchi grazie al ritrovamento di un giacimento petrolifero. E adesso Clay intende sistemare le cose con Natalie una volta per tutte.
Natalie non crede più nell’amore da quando la crudeltà del destino ha distrutto tutti i suoi sogni. Rifiutare la proposta di Clay è il più grande rimpianto della sua vita. E adesso che lui è tornato, Natalie guarda con sospetto all’offerta che ha ricevuto: sistemare i debiti di suo padre accettando di diventare l’assistente personale di un miliardario dal cuore spezzato… 

“Dal momento che sono pieno di soldi, ho deciso che tromberò Natalie Weston. Non mentalmente–solo fisicamente. La porterò a letto, le toglierò le mutande e la scoperò… così spero di togliermela dalla testa per sempre.“

Questa lettura mi ha fatto scompisciare dalle risate. I fratelli petrolieri bifolchi sono spettacolari, e se già ero stata presa dal primo della serie, con questo secondo ho rincarato la dose di innamoramento.

Clay ha modi di fare perfettamente equilibrati tra l’uomo deciso, che sa cosa vuole e come prenderselo, e il ragazzo irrisolto che teme di fare passi falsi ed è insicuro su quale sia la mossa migliore da mostrare. Il risultato è un personaggio credibile e simpatico, reale. Uno di cui ci si può fidare perché sbaglia ma chiede scusa, e se cadi è pronto ad afferrarti. Uno che potrebbe anche essere lui a cadere, e conterebbe su di te per rialzarsi.

«È un enorme spreco di denaro».

 «Come se me ne fottesse qualcosa. Ne ho tanto da poterne bruciare per giorni».

«È assurdo».

«Non per me. Non se ottengo ciò che voglio».  

Bellissima l’intesa con i fratelli. Si prendono continuamente in giro, ogni tanto magari anche a pugni, ma darebbero un braccio uno per l’altro.

La protagonista femminile è anche lei una tipa simpatica e assolutamente reale: decisamente in carne, insicura del proprio aspetto ma non del proprio cervello.

La trama è divertente ma non sciocca, e l’unico personaggio negativo è il padre di lei che, nonostante la malattia, mi ha innervosito con il suo eccessivo egoismo… Un padre padrone che proprio ho fatto fatica a tollerare.

Una lettura insomma assolutamente piacevole per una giornata in cui si ha bisogno di sano romanticismo e leggerezza.

 Il sorriso è assicurato!

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi