La strada dei nostri cuori di Kandi Steiner

Titolo Originale: On the Way to You

Usa: 2017

Pagine: 341

Protagonisti: Emery, Cooper

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Always Publishing

Data di Uscita: 18 Aprile 2019

La strada dei nostri cuori di Kandi Steiner

Per tutta la vita Cooper Owen è rimasta in attesa del giorno in cui avrebbe avuto la possibilità di lasciare il malandato campo di roulotte dell’Alabama che per quasi vent’anni ha chiamato casa. Cooper è giovane piena di vita e determinazione, lavora e risparmia per potersi costruire una vita diversa e andare al college a Seattle.

Ma quando una mattina un attraente sconosciuto si siede ad uno dei tavoli del locale dove lavora, la sua vita viene messa sottosopra con una semplice domanda: «Cos’è che ti rende felice?»

Con quelle semplici parole, per Cooper comincia il viaggio che cambierà tutta la sua esistenza. O forse, a cambiarla, sarà proprio quello sconosciuto dagli occhi impenetrabili, Emery Reed.

In un gesto di pura follia, Cooper sale in macchina del taciturno ragazzo che le offre la libertà, e insieme intraprendono un indimenticabile viaggio on the road all’inseguimento dei propri sogni e alla scoperta di sé stessi.

Ma, mentre i momenti di gioia e di tenerezza tra loro si fanno sempre più intensi, diventa impossibile per Cooper ignorare i lunghi silenzi di Emery, così come il desiderio irrefrenabile di stargli più vicino e di strapparlo alla sua oscurità.

I romance della Steiner sono sempre molto intensi e pieni di significato. Storie in cui i protagonisti mettono alla prova se stessi in un percorso a ostacoli dove vince solo chi compie tutto il cammino di crescita, con volontà e sentimenti assolutamente ferrei.  

Cooper e Emery hanno storie molto diverse tra loro: lei vive in una roulotte con due genitori che non hanno fatto molto altro per lei oltre metterla al mondo. Chi l’ha cresciuta è una gentile vicina di casa che a sedici anni le ha anche dato un lavoro. Tutto quello che Cooper sogna è andare via prima possibile, per studiare a Seattle e ripartire da zero, lontano dal paesino dell’Alabama dove ha vissuto per vent’anni. Gioiosa, ottimista e fiduciosa, è un’anima pura, capace di brillare anche nella più totale assenza di luce.

Emery è l’altro lato della giovinezza, l’esatto opposto di Cooper. Proviene da una famiglia più che benestante, sorride poco, parla ancora meno e impersona l’oscurità e la diffidenza.

-E’ come te lo aspettavi?

-Di più. E’ come se non potessi mai aprire gli occhi abbastanza.

-Adoro il modo in cui vedi la vita. Come se non fossi mai stata ferita.

-Sono già stata delusa. Ma ogni giorno è un nuovo inizio. Una nuova opportunità.

Più diversi non potrebbero essere eppure, lo sappiamo, gli opposti si attraggono, così lui propone a lei di partire insieme, destinazione lo stato di Washington, in un viaggio folle ma meraviglioso attraverso gli States.

Un viaggio in luoghi fantastici, descritti con una precisione tale che il lettore si trova nella scintillante Las Vegas con i protagonisti. Poi in campeggio, a dormire e mangiare in tenda, poi resta estasiato dall’immensità del Grand Canyon… E’ raro leggere una così grande vividezza d’immagini!

E mentre i due ragazzi sono in viaggio, parlano e si avvicinano sempre di più, scoprendo debolezze e paure reciproche, e rivelandosi molto più affini di quanto pensassero. E come diceva T.S. Eliot, “quello che conta è il percorso, non la destinazione”, un percorso catartico, capace forse di consegnare l’obiettivo desiderato a Cooper, e liberare l’anima prigioniera di Emery.

Un incanto di lettura, che cresce pian piano, come i suoi personaggi.

Per alcuni di voi, questo libro sarà solo uno dei tanti che finiranno sullo scaffale dei libri letti. Lo scaffale “del passato”. Resterà con voi solo per un momento, durante le ore in cui lo leggerete, e poi esisterà solo nella vostra memoria e su quello scaffale di esperienze già vissute. Ma ad altri, questo libro lascerà un segno. Alcuni di voi leggeranno la storia di Emery e i suoi pensieri nelle pagine del suo diario, e capiranno. Alcuni di voi si immedesimeranno nelle sue sensazioni..

Queste parole, che mi hanno commosso ancora di più, non fosse bastata la lettura di questa splendida storia, sono tratte dalla nota dell’autrice alla fine del libro. E voglio ringraziarla per aver scelto questo argomento e questi personaggi perchè leggere non è solo passare qualche ora piacevole in compagnia di tipi divertenti o esilaranti, che ci trasportino lontano dai nostri problemi quotidiani.

Spesso, e quando succede per me è l’immenso, un buon libro diventa un “ponte di conoscenza” per tematiche poco conosciute su cui mai ci soffermiamo abbastanza a pensare.

Esistono persone che nascondono un mondo di sofferenza dentro di sè. Esistono malattie che non fanno starnutire, dimagrire, ridurre in fin di vita, ma non per questo fanno meno male. La positività non è un sentimento che ci si possa imporre, nè la negatività uno che si possa cancellare. Ci vuole coraggio, e pazienza, e tenacia. E a volte non basta comunque. Aiuta molto però qualcuno che allunghi una mano verso di noi, a darci energia e fortuna.

Non a caso Emery chiama Cooper la sua “Monetina”… Nelle brutte giornate, non essere soli con i propri demoni, è tutto.

Per riflettere, un buon libro come questo è la nostra Monetina.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Leelan

Rispondi