La fattoria dei nuovi inizi di Devney Perry

  • Titolo Originale: The Coppersmith Farmhouse
  • Usa: 2017
  • Pag: 374
  • Personaggi: Gigi, Jess
  • Genere: Contemporary Romance
  • Casa Editrice:  Always Publishing
  • Data di Uscita: 31 gennaio 2019

Serie Jamison Valley (1)

La fattoria dei nuovi inizi di Devney Perry

Gigi aveva solo bisogno di un nuovo inizio. Jess non la voleva nella sua città. Ma un’eredità li unirà come un filo invisibile.

Georgia, per tutti Gigi, è una mamma single, risoluta e combattiva, che anela a lasciare la solitudine e la freddezza della vita in una grande città. 
L’occasione per ricominciare da capo si presenta quando riceve un dono totalmente inaspettato da parte di un caro vecchio amico: una fattoria immersa nel verde a Prescott, in Montana, non lontano dal parco di Yellowstone. 

Georgia non ha idea di cosa aspettarsi da una cittadina così piccola, in cui non conosce assolutamente nessuno ma il desiderio di essere parte di una comunità, per sé e sua figlia, è troppo potente da ignorare. 
Jess Cleary ritiene che la fattoria dei Coppersmith, di cui per anni si è preso cura, avrebbe dovuto essere sua ed è convinto che la bella forestiera abbia raggirato il vecchio Ben per farsi regalare la sua tenuta. 


Ma presto Jess si renderà conto che il disegno di Ben era molto più complesso, e la sua eredità qualcosa di molto più importante per il suo cuore: una famiglia. 


Mentre Jess e Gigi iniziano a conoscersi e a piacersi sempre più, nella tranquilla Prescott si verificano strani incidenti, e lo sceriffo dovrà presto impegnarsi con tutte le sue risorse per difendere la città e il suo nuovo amore dal misterioso pericolo che li minaccia. 

***Lei***

Georgia è l’eroina di questo romance, un’infermiera alle prese con una svolta di vita: nuova casa, nuovo paese, nuovo lavoro. Ha un carattere fiero e positivo, è una donna che non si lascia mettere in un angolo, coraggiosa e altruista, sempre disponibile ad aiutare tutti, profondamente buona ma anche giusta.

Ho adorato il carattere di Georgia, i suoi razionali momenti di paura, gli improvvisi scoppi di rabbia motivata, la passione sopita che non riesce però a tacere, le molte domande tra sé e sé, le risposte sagaci  a Jess, a Rowen, e a chiunque…

Avrei voluto dirgli che era un coglione e che andasse al diavolo. Ma uno scontro verbale con lo sceriffo della città non era nella mia agenda del giorno, per cui ricacciai in gola gli insulti.

Come si fa a non adorare il suo spirito fiero?

Le sue caratteristiche fisiche? Non troppo magra, né molto alta, ma dotata di curve nei punti giusti, lunghi capelli biondi e lentiggini sparse che le faranno guadagnare il tenero nomignolo di “Lenticchia”.

Lo confesso, ho passato quasi metà libro con una sensazione di meraviglioso deja-vu. Poi di colpo ho “visto” Georgia. Ed era un cartone, la dolce e forte Candy della mia infanzia, solo che… al posto del procione aveva una dolcissima bimba tutto pepe!  

E’ stato fantastico incontrarla nel Montana, in un ospedale moderno, alle prese con piccoli problemi quotidiani e…un ingombrante e antipatico sceriffo!

***Lui***

Jess è proprio lo sceriffo di questo paese del Montana in cui Georgia e la sua dolcissima bimba, Rowen, si ritrovano per “un nuovo inizio”: un armadio a tre ante di marcantonio, alto come un grattacielo, dotato di un paio d’occhi rapiti direttamente al cielo e la faccia da classico bravo ragazzo americano.

Con un cipiglio da str…o e l’aria seria di un integerrimo uomo di legge, tutto d’un pezzo, che risulta sexy da morire, ad ogni pagina più della precedente.

Perché più Jess si comporta in maniera ostile e dispotica, più il mio ormone s’impenna e si arrampica dal kindle su per il braccio, e s’irradia fino ad arrivarmi dritto dritto al cervello… e anche parecchio più a sud.

Mi sono preso cura degli altri per tutta la vita. Di mia madre, di mia sorella, di questa città. Perché se non l’avessi fatto io, chi altri ci pensava?

E’ un leader naturale. Uno che si prende carico del mondo senza sforzarsi troppo. Solo perché crede che sia giusto così.

***La storia***

L’andamento della trama è quello di un film old american style, dove uno sceriffo buono s’imbatte in una bella straniera appena arrivata, con la convinzione che si tratti di un’opportunista senza cuore, tutta una banda di cattivi da scovare e tanti buoni da sostenere.

E intanto affronta la quotidianità, piuttosto annoiato, cercando nuovi stimoli e sperando di sciogliere vecchi rancori mai risolti.

Non ci sono grossi colpi di scena, né grandi drammi, eppure “La fattoria dei nuovi inizi” si beve come un bicchiere di prosecco al termine di una giornata di lavoro.

Scorre leggero e porta via tutti i pensieri negativi, lasciando appagati e col sorriso sulle labbra. Perché Devney Perry è davvero una penna sopraffina, con uno stile scorrevole e divertente che ricorda molto da vicino la SEP.

Leggere questo libro per me è stato fare un bellissimo salto nel viale dei ricordi e non solo perché nei protagonisti  ho ritrovato  molti tratti di quei Candy e Terence della mia infanzia.

Sapevo, nel profondo del mio cuoricino romantico, che a furia di leggere romanzi e romanzi prima o poi li avrei rincontrati, ma la Perry è stata così brava a dipingerli con colori brillanti e trasportarli nel mondo moderno, in una situazione diversa ma anche simile, che mai le sarò grata abbastanza, in queste poche righe.

Ma non solo, Georgia e Jess mi hanno anche riportato nella vecchia cucina di mia nonna, ampia come una sala, con il camino in cui era sempre il fuoco acceso, e mio nonno in poltrona a guardare i film di John Wayne…

Storie di buoni sentimenti, di pugni dati al momento opportuno, al cattivo di turno. Di sorrisi conquistati a fatica, perché l’uomo vero deve sempre essere un po’ burbero, almeno all’inizio…

Poi però dispiega il cuore in tutta la sua grandezza, e abbraccia la sua…

Lenticchia con un amore che scalda e ripara da ogni gelo e solitudine… Grazie quindi a Devney Perry per aver accresciuto la storia di un amore “destinato” (sono i miei preferiti, oramai mi conoscete) con le scelte di due adulti consapevoli e determinati.

Perché la vita non è solo frutto di circostanze casuali, e la fortuna si costruisce con il coraggio e le decisioni prese, giorno dopo giorno.

A quando il nuovo della serie? Davvero non vedo l’ora!

Giudizio:

Sensualità:

Violenza: /

Navillus

Author: Navillus

Rispondi