In due sotto un tetto di Helena Hunting

In due sotto un tetto di Helena Hunting

Titolo Originale: Shacking Up

Usa: 2017

Pagine: 480

Protagonisti: Ruby, Bane

Genere: Chick Lit

Casa Editrice: Always Publishing

Data di Uscita: 25 luglio 2019

Serie Shacking Up #1

In due sotto un tetto di Helena Hunting

Nel mondo glamour dell’alta società newyorkese si intrecciano personaggi brillanti e dialoghi spumeggianti, in una commedia romantica adorabile.

La vivace, estrosa Ruby Scott è indietro di mesi sull’affitto e non sembra riuscire ad accaparrarsi un solo lavoro a Broadway. 
Ma il suo sogno è il palcoscenico e Ruby non vuole rinunciarci, persino davanti alla minaccia di suo padre di tagliarle i fondi per vivere nella Grande Mela se non accetta di lavorare con lui nel suo impero farmaceutico. 

L’unica possibilità per salvarsi da questo destino è l’importante audizione per cui si sta preparando da giorni, ma quando arriva il grande momento, una terribile influenza manda all’aria – nel modo più umiliante possibile – la sola occasione di Ruby. 
Tutto per colpa di un misterioso, quanto affascinante estraneo che, alla festa della sera prima, ha ben pensato di baciarla… per poi tossirle in faccia! 

Quando tutto sembra perduto e Ruby sta per rimanere senza casa, la sua migliore amica trova una soluzione geniale: badare agli animali esotici del cugino del suo fidanzato, il facoltoso magnate degli alberghi Bancroft Mills, e alloggiare nel suo attico superlusso mentre lui è in Europa per affari. L’idea è perfetta, ora non resta che convincere Bancroft a lasciar vivere una perfetta sconosciuta in casa sua. 
Ma, dopotutto, Ruby potrebbe non essere davvero una perfetta sconosciuta dato che Bancroft Mills non è altri che l’uomo che l’ha fatta ammalare, rimanere senza casa… e le ha anche rubato il miglior bacio della sua vita! 

Così l’esuberante attrice e il magnate con un passato ribelle da rugbista stringono un accordo dagli esiti esilaranti: dividere l’appartamento fino a che la vita di Ruby non prenderà una nuova piega, ma ci sarà abbastanza spazio per due cuori sotto lo stesso tetto?.

Questo libro è stata una vera e propria ventata di aria frizzante e gioiosa in quest’estate caldissima di ufficio e aria condizionata, in attesa della tanto sospirata vacanza. E per diversi, tutti buonissimi, motivi.

La protagonista è Ruby Scott, figlia del re farmaceutico del Viagra, un dispotico quanto anaffettivo padre per cui contano solo i numeri in attivo dei propri interessi economici e i “giusti” agganci sociali.

Ruby è antitetica rispetto al padre sia per scelte di vita, sia per inclinazioni personali. E’ uno spirito artistico ed è pienamente decisa a sfondare nel teatro a Broadway, a qualsiasi costo.

Bancroft Mills è anch’egli un figlio della società che conta, con un padre-gigante-finanziario, proprietario nientemeno che di una catena di hotel di lusso sparsi in tutto il mondo.

Per qualche anno ha anche giocato nel rugby a livello professionistico, poi però un infortunio gli ha aperto la strada di casa, dove è stato fagocitato dall’azienda paterna.

Uscire con qualcuno nell’alta società è strano. Le persone sfilano in tondo come pony da gara, aspettando che qualcuno appunti loro il primo premio.

Entrambi i protagonisti sono poco inclini alle frustranti aspettative delle rispettive famiglie, e per questo sembrano fin da subito sulla stessa lunghezza d’onda, con il bonus in aggiunta di una fantastica tensione sessuale.

L’incontro tra i due è diviso in due parti, dapprima si tratta di uno… “scontro con bacio”, da perfetti sconosciuti, alla festa di fidanzamento della migliore amica di Ruby e del cugino di Bancroft, complice un bicchiere di troppo e un’influenza in corso. Poi, e questa volta vengono presentati, ad una cena organizzata dalla stessa amica, Amalie.

Ruby ha urgente bisogno di un lavoro e di un tetto sulla testa per non doversi arrendere al proprio padre che la vuole con sé in azienda. A Bancroft, detto Bane, serve qualcuno che si prenda cura dei propri animali, mentre è in viaggio di lavoro in Europa. Bingo per Ruby. Doppio bingo per Bane.

E triplo bingo per me. Perché fin qui la trama è semplicemente divertente, ma da qui in poi diventa travolgente.

Ruby e Bane insieme sono come il prosecco e il bitter, già buoni da soli, ma se li unisci lo Spritz che ne consegue è da godimento estremo.

Perché hanno entrambi non solo bellezza (immensa… oh, Bane!) e intelligenza da vendere a chili, ma anche simpatia mai scontata.

Alcuni uomini hanno visi carini e fisici fantastici. Altri, al contrario, visi fantastici e corpi passabili. Lui ha entrambi. In una scala da figo a rovente, lui è un incendio.

I dialoghi tra loro, spesso pieni di battibecchi e doppi sensi giocosi, sono esilaranti e l’ironia con cui parlano di se stessi li fa amare anche dalla lettrice più esigente.

Sembro una prostituta clown sotto crack. Afferro il primo capo d’abbigliamento che trovo, si dà il caso che sia un top, e me lo lego intorno alla testa come un fazzoletto. Ora sembro una nonnina delle campagne russe.

In alcune scene ho rischiato davvero di morire dalle risate. Avete presente quelle magnifiche commedie americane romantiche in cui si ride col singhiozzo mentre ci si innamora dei protagonisti? Penso a “Harry ti presento Sally” e credo che Helena Hunting potrebbe scrivere una sceneggiatura così, sarebbe di sicuro un altro capolavoro.

Per non parlare poi di quando entrano in scena gli animali di cui Ruby deve prendersi cura. Si tratta di un’adorabile furetto femmina, di nome Francesca, dispettosa e coccolona, che ama giocare e farsi fare carezze come un gattino, e di una… tarantola, pelosa e nera, che mangia grilli e ama passeggiare sulle braccia del suo padrone. Credo che il concetto di scrivere un romance utilizzando qualche elemento originale possa essere modellato su questa trama della Hunting. Mai banale, si beve nell’arco di un pomeriggio, senza perdere mai il sorriso.

Personalmente prediligo i romanzi introspettivi e drammatici, dove la profondità dei sentimenti e dell’intelligenza dei protagonisti viene messa a dura prova, ma questo libro è davvero un piccolo cameo nel suo genere. Ci sono alcune scene che mi si sono fissate nella mente come fotografie, tipo i marshmallow che scoppiano nel microonde di Bane mentre Ruby fa finta di nulla, al telefono con lui. Sto ridendo ancora adesso.

Grande onore dunque a questa scrittrice che non conoscevo e della quale certo non mi lascerò sfuggire le prossime pubblicazioni.

Se quel bacio era la fiamma di una candela, questo è un intero negozio di fuochi d’artificio che esplodono tutti insieme.

Giudizio:

Sensualità:

Navillus

Author: Leelan

Rispondi