Il mio North di Carmen Jenner

Titolo Originale: Finding North

Usa: 2016

Pagine: 256

Protagonisti: North, Will

Genere: Romance

Casa Editrice: Hope Edizioni

Data di Uscita: 21 Luglio 2020

Il mio North di Carmen Jenner

Il ragazzaccio della classe operaia di Red Maine, North Underwood, ha un piccolo – indicibile – segreto: Will Tanner.
Amici fin dall’asilo, North era stato il primo a buttarsi, finendo nel letto Will. Will e North erano inseparabili, ma le cose cambiano, le persone si allontanano e persino una fiamma ardente può, col tempo, ridursi a una brace sul punto di spegnersi.
Dopo un incontro con una bottiglia di rum Bundy, Will e North si ritrovano in una posizione compromettente e fin troppo familiare.
Contorni confusi, pessime decisioni e una serie di passi sbagliati portano i due in una spirale di sarcasmo, segreti e sesso, che arriverà a mettere in discussione l’eterosessualità di North. E nonostante Will si ripeta che non farà più lo stesso errore, si ritrova innamorato perso a vagare senza una bussola.
L’amore è amore.
L’amore è verità.
L’amore… non dovrebbe essere così maledettamente difficile da capire.

Adoro la scrittura della Jenner per l’intensità, per la quantità di sentimenti di cui sono impregnate le sue pagine e che trapelano senza sosta da ogni situazione e da ogni personaggio. Per questo non appena ho visto che la Hope edizioni aveva pubblicato un suo nuovo libro mi sono buttata a capofitto, e ho accantonato le altre decine e decine di letture sul mio kindle. Un nuovo genere, i sempre presenti sentimenti e realismo, due protagonisti che toccano il cuore, questi gli ingredienti.

North e Will sono migliori amici da sempre. Il primo apparentemente non ha mai paura di nulla e trascina l’amico in avventure e pericoli. Le famiglie di entrambi, quando i due sono piccoli, sono poco presenti (il padre di uno dei due ragazzi lavora come un disperato e quello dell’altro è un ubriacone) e la storia si svolge in un paesino di pescatori, grandi lavoratori ma arretrati e bigotti, che hanno poco tempo libero e quel poco lo occupano con qualche birra di troppo.

I due ragazzi sono così tutto il mondo l’uno per l’altro, finché a Will non diventano chiarissime due cose: 1) essere gay, 2) amare North con tutto il cuore.

“…non vado a marciare in nessuna cazzo di parata. Voglio solo essere trattato come una persona. È tutto ciò che ho sempre voluto.”

Cosa c’è di più semplice e più importante dell’amore, per Will? Nulla. Ma per North è tutta un’altra storia. Niente è semplice e cosa pensa la gente, il paese, suo padre, tutti omofobi e di mentalità ristretta, è più importante di respirare e anche di stare con Will.

Chi è il più coraggioso tra Will e North  ora?

“North non ha mai avuto paura di nulla se non di venire beccato, dei suoi segreti messi a nudo, e dell’intero paese che li scopre”

Così per anni a North non resteranno altro che i ricordi, da seppellire nel corpo di qualche donna, sempre diversa, sempre uguale, sempre insignificante. E le birre al bar di Will, dove guardarsi in cagnesco e pensare a cosa potrebbe essere e mai sarà.

Anni dopo, quando il padre di Will, ridotto da una paralisi parziale all’uso di un solo lato del corpo, si schiera dalla parte del figlio in ogni sua decisione e lo aiuta in ogni modo possibile, sembra che il destino dia una spinta nella direzione giusta anche a North. Sarà finalmente capace di essere coraggioso e farsi avanti per amore di Will?

“…quando mi guarda non vede un uomo che lo ama; vede un uomo che ha il potenziale di distruggere la facciata che ha costruito così attentamente. Invece di un futuro, vede la sua rovina.”

Una storia semplice, apparentemente quasi banale, ma che serve da spunto per analizzare quanta importanza abbia la società  in cui viviamo, e quanta tenacia  serva a volte per scrollarsi di dosso quel peso. Il vero coraggio di un uomo non è compiere chissà quali prodezze, ma vivere la propria vita anche se cammina un po’ fuori dagli schemi consueti, e spalleggiare, supportare, difendere chi si dice di amare.

North e Will sono un po’ chiunque di noi: a volte fragili, a volte più simili a leoni, ma invincibili possiamo diventarlo solo insieme, superando le nostre paure e i nostri egoismi.

Giudizio:

Classificazione: 4 su 5.

Sensualità:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi