Il mio gioco sei tu di LA Cotton

Titolo Originale:

Usa: 2019

Pagine: 320

Protagonisti: Felicity, Jason

Genere: Sport Romance

Casa Editrice: Queen Edizioni

Serie Rixon Raiders #2

Data di Uscita: 12 febbraio 2020

Il mio gioco sei tu di LA Cotton

Felicity Giles ha una lista.
Perdere la verginità.
Incontrare il suo principe azzurro e innamorarsi.
Vivere l’ultimo anno di liceo al massimo.
L’unico problema?
Il suo principe non fa parte dei buoni, è un cattivo, e lei è abbastanza sicura che lui la distruggerà prima di donarle il suo cuore.

Jason Ford ha un piano.
Vincere il Campionato Nazionale e diventare uno dei quarterback più famosi della storia dei Rixon Raiders.
Andare al college e realizzare il suo sogno di entrare a far parte della NFL.
Evitare la ragazza per cui ha iniziato a provare qualcosa.
Felicity Giles, la migliore amica della sua sorellastra, nonché una perenne spina nel fianco.
Lei è fottutamente fastidiosa. Strana.
Per lui è solo un gioco, niente di più.
Fino a quando il suo più grande rivale decide di farla pagare a lui e alle poche persone a cui vuole bene… e Felicity viene messa in mezzo.
E all’improvviso l’odio che prova per lei inizia a sembrare amore.

Io non volevo provare niente. Non volevo che mi importasse di nessuno tranne che di me stesso e del mio futuro. Tenere alle altre persone ti rendeva vulnerabile. Ti apriva a tutto un nuovo mondo di dolore che non avevo intenzione di esplorare. E poi, tutto ciò di cui avevo bisogno era stringere il pallone di cuoio tra le mani.

In quel luogo sacro, sotto le luci splendenti del venerdì sera, io ero il migliore. Ero adorato come un dio e riverito come una star. Ero uno studente sopra la media, me la cavavo bene con l’algebra, conoscevo la letteratura da Shakespeare a Miller, ma lì fuori… quella era casa mia.

Per quattro anni avevo giocato a football, lì. Per quattro anni avevo festeggiato le vittorie e le sconfitte, anche se non erano state molte. Quattro anni di sangue, sudore e lacrime. Ero pronto, prontissimo, per fare il passo successivo della mia carriera sportiva: la NCAA. Mi avrebbe portato un passo più vicino al mio vero sogno: la NFL. Ma sapevo che c’era qualcosa di speciale in quell’ultimo anno di liceo. Su quel campo ero passato dall’essere un ragazzo a essere un uomo, e non mi sarei mai dimenticato del tempo speso ad allenarmi con il coach Hasson e il resto della mia squadra. Erano i miei fratelli.

Chi dice che questi new adult – sport romance sono tutti uguali, be’, forse non ha tutti i torti.

Eppure il primo di questa serie mi è piaciuto così tanto che mi sono buttata immediatamente su questo secondo, già disponibile per l’acquisto. E non ho sbagliato. Lo so, mi sto contraddicendo, ma sono di base convinta che non esistano storie brutte, o banali, o ripetitive in sé, anche perché, dalle favole della nostra infanzia ad oggi, di acqua rosa sotto i ponti della letteratura ne è passata tantissima ed è sempre la stessa.

La differenza la fa il “come” viene scritta una storia, e la Cotton è una vera maestra nel caratterizzare i suoi protagonisti, creare diversivi intorno alla trama principale, distrarci con nuovi personaggi che anticipano capitoli futuri della serie (Asher, oh Asher!).

E quindi eccoci qua, guidati per mano dalla coppia del primo libro, Cam e Hailee, troviamo qui i loro due migliori amici, Jason e Felicity, due ossi duri che più duri non si può. Immaginate di prendere le caratteristiche di Cam e Hailee e portarle all’eccesso, con la stessa attrazione crepitante tra loro ma con triplicata volontà di starsi a debita distanza.

Ci riusciranno? (Non potete vedermi ma sto alzando gli occhi al cielo).

Era cominciato tutto con una lista. La mia lista. La mia stupida, piccola lista. In teoria doveva servirmi per vivere al massimo l’ultimo anno di liceo, per spingermi a fare tutte quelle cose che avevo sempre sognato, ma che non avevo mai avuto il coraggio di fare. Per non essere più un’emarginata sociale. Ma non avevo messo in conto lui.

Stavo vendendo la mia anima al diavolo. Perché anche se avrei voluto di più, anche se avrei voluto che dicesse che quello era l’inizio di qualcosa, sapevo la verità. Jason Ford non era altro che una bellissima tempesta pronta a scatenarsi. Ed io ero proprio nell’occhio del ciclone.

È una storia già letta, protagonisti già visti, inciampi e ripartenze che potete prevedere senza quasi sbagliare la pagina in cui succede, eppure…

Quella dei Rixon Raiders è una serie che non potete perdere, per la bellezza e il realismo con cui vengono raccontati gli anni del liceo di qualunque ragazzino della borghesia americana.

Trovate ambienti opulenti, campi da gioco curatissimi, genitori benestanti e autoritari ma poco presenti, molta  competizione, aspettative alle stelle e solitudine, voglia di arrivare, di dimostrare di esistere e di poter fare la differenza. In tutto questo, a salvarli dal pericolo ci sono solo due cose, che impediscono ai ragazzi di affogare: l’amicizia profonda che li lega gli uni agli altri.

E l’amore, quel maledetto, che ti mette i bastoni tra le ruote ma che ti spinge a rimetterti sempre in gioco.

«Non vuoi mai che tutto smetta e basta?» sussurrò, così piano che quasi non lo sentii.
«S-smetta?»
«Sì, il rumore continuo, la pressione… tutto.»
Più di quanto tu creda, avrei voluto dire, ma non potevo parlare, perché le sue labbra erano proprio di fronte alle mie.

Una grande autrice per una bellissima serie ampiamente promossa, che naturalmente continuerò a leggere. Ora aspetto Asher, simpatico, altruista, l’amico migliore di tutti i personaggi già incontrati.

Giudizio:

Classificazione: 4 su 5.

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi