Il cavaliere del fiume di Miss Black

aprile 4, 2018

 

Il cavaliere del fiume di Miss Black

  • Usa, 2018
  • pag. 215
  • Protagonisti: Patrick Dubois
  • Casa editrice: Self
  • genere: Romance Storico, Erotico

Serie Kingdom of Nowhere (2)

Patrick Dubois è uno sbirro figlio di uno sbirro. Nella vita ha sempre e solo voluto fare il detective nella polizia della sua città, Montreal. Quando si ritrova all’improvviso nel 1413, nella Francia dilaniata dalla Guerra dei Cent’Anni, quindi, non ne è certo felice. Per di più compare in un fiume, dove rischia di affogare.

Per fortuna viene soccorso da un tizio vestito come un cosplayer del Signore degli Anelli e… niente, alla fine deve rassegnarsi all’idea di essere stato sbalzato indietro nel tempo. E la Francia medievale è un posto pericoloso, come scopre quasi subito, quando si trova a soccorrere due sorelle la cui carovana è stata assalita da un gruppo di briganti.

Le loro strade si separano quasi subito, mentre Patrick finisce per diventare un cavaliere e combattere contro gli inglesi, ma alla sorella maggiore, Rachelle, continua a pensare per un pezzo. Finché, finalmente sistemato e padrone di un fazzoletto di terra, non può tornare a cercarla…

 

 

 

 

Secondo episodio della serie, vede come protagonista il collega poliziotto  Patrick Dubois.

“ La vostra favella è piuttosto bizzarra, messere, ma state fermo  e vi toglierò senz’indugio dal periglio.”

Patrick viene spedito senza tanti preamboli nel 1413.  Solo e sconsolato, deve adattarsi alla nuova vita da cavaliere. Rispetto al primo libro, inizialmente l’ho trovato meno avvincente. Finché non è arrivata Rachelle. E poi Marie.

Il concetto di uomo del futuro che resta sconvolto dalla condizione della donna medievale, tocca le corde di un presente purtroppo doloroso. Tutto quello che nel libro accade e che non si riesce a fermare, fa risonanza con le terribili notizie oramai giornaliere.

Sottolineare con sensibilità e dimostrare che uomini veri esistono, ha scatenato la Femen con le poppe al vento che c’è in me.

«Il vostro racconto è difficile da credere».
«Lo so».
«Ma bisogna ammettere che siete diverso». Si alzò con una smorfia di dolore. «Saranno i canditi».”

Il cuore di Patrick è stato l’asso vincente di questo libro, che si è rivelato migliore del precedente.

Un applauso per Miss Black! E per tutti i suoi personaggi, compreso quel latin lover di Pierre.

 

Giudizio

Sensualità

Violenza

 

◇Cherry◇

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: