Il castello dei sogni di Angela White

settembre 16, 2018

Il castello dei sogni di Angela White

  • Italia 2011
  • pag. 224
  • Protagonisti: Lianne, Hayden
  • Casa Editrice: Mondadori
  • Genere: Romance Sorico

Serie Le profezie della strega scalza (1)


Dopo la morte del padre, il signore di Deerstone, Lianne rimane sola al mondo quando sua madre scompare nel nulla. Appena nata, la ragazza era stata promessa in sposa a Hayden, un abile e feroce guerriero che, sopravvissuto in tenera età allo sterminio della propria famiglia, era stato accolto proprio a Deerstone. In cerca di protezione, ora Lianne lo richiama a sé e Hayden non si tira indietro, prende possesso del castello e la sposa. Ma ad attenderlo non sono giorni felici, perché la strada per superare i dolori e le atrocità del passato è ancora lunga e il suo cuore sembra incapace di amare.


“La sabbia scurirà come l’oro degli stolti. Saranno i lupi a essere macellati oppure i prodi guerrieri della tua terra morderanno la neve?”


Apriamo le porte al primo volume della serie “Le profezie della strega scalza” di Angela White: uno storico profondamente romantico, mai banale e scritto in maniera sofisticata ma leggero al tempo stesso.


“Tu sei mia, e io non perdo mai ciò che mi appartiene.”


Le regole del romance storico sono poche e qui ben delineate:

“Un leone dormiente da non destare e una cerbiatta che invoca il leone…”
C’è un crudele signore (il leone dormiente) che reclama palazzo, ricchezze e dama di un feudo a lui destinato. C’è poi una giovane damigella (la cerbiatta) piuttosto impertinente e di rara bellezza. E le vicende della trama sono sviluppate con rara maestria, per una storia e due protagonisti davvero notevoli. 
Indimenticabili anche alcuni personaggi secondari come il fedele Benjiamin, il pupillo Justin e Christian il menestrello, che saranno protagonisti di altri capitoli  della saga.
Cos’altro dire? Non ci resta che consigliarne la lettura a chi non conoscesse ancora la serie, e da parte nostra continuare a leggere i libri successivi, ad oggi editi fino al sesto, per sognare ancora di armi e amori, streghe e cavalieri…


“Tutto era cambiato, eppure tutto in quel luogo sembrava  essere rimasto immutato: soprattutto tra quelle mura non si smarriva la speranza che il mondo non fosse l’inferno che in realtà era.”


Giudizio:

Sensualità:

Violenza: /

Leelan

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: