Idol di Kristen Callihan

Dic 7, 2018
Idol di Kristen Callihan

Idol di Kristen Callihan

  • Titolo Originale: Idol
  • Usa:2016
  • Pag: 339
  • Personaggi: Killian, Liberty
  • Casa Editrice: Always Publishing
  • Genere: Contemporary Romance
  • Conclusivo
  • Data di Uscita: 6 Dicembre 2018

Serie Vip (1)

E SE LA TUA ROCKSTAR PREFERITA SI INNAMORASSE DI TE?.

Leader e front-man della più grande rock band del mondo, Killian James è in crisi: in seguito ad un drammatico evento la sua vita perfetta si è sgretolata, e lui decide che sparire dalle scene per un po’ sia la scelta migliore.

Schiantarsi con la moto e svenire ubriaco fradicio in mezzo al nulla, nel prato della casa di una bella ragazza, solitaria quanto irascibile, però non è il modo migliore di cominciare il suo ritiro in solitudine.

Nonostante Killian distrugga la tranquillità della vita da eremita di Liberty Bell, le loro strade non sembrano più destinate a separarsi. … IL PROBLEMA È CHE IL MONDO PENSA CHE SIA SUO.

Almeno non finché il palco non tornerà a reclamare il suo dio del rock, e Killian dovrà scegliere se tornare alla realtà sfrenata della sua vita da rock-star o continuare a nascondersi al sicuro, nella sua bolla incantata con Libby. Due mondi che si scontrano, una passione che li unisce.

“L’Animale è come nient’altro sulla Terra. E’ così che chiamo il pubblico. E’ un essere vivente, più che solo una massa di individui, è un’entità finita. Riesci a sentirla montare attorno a te. E’ come volare, ma alla massima potenza, a velocità supersonica. E tutta quell’energia ti illumina, finché non diventi più incandescente del sole.”

Signore e signori, vi presento Killian Fottuto James. Quello che “si carica sulle spalle tutta la merda del mondo”, come dice il suo amico fraterno Jax. Quello che vuole aggiustare tutto e tutti. In altre parole un leader naturale, come tutti i protagonisti degni di questo nome.

 “…la cosa lo fa sorridere, e quando lo fa… È come se il sole penetrasse attraverso nubi di tempesta, tutto luce e gioia palpabile.”

 Quello che però sa anche che in un attimo, un solo attimo, la vita può cambiare completamente.

Un passo falso e sei finito, oppure una caduta in un giardino e puoi rinascere. Magari trovi un amico, dei biscotti appena sfornati e qualcuno che ti mette alla prova, che crede in te e ti restituisce la fiducia…

Killian James è una rockstar, frontman e chitarrista della band più famosa al mondo, all’apice del successo, quando qualcosa sconvolge tutto il suo mondo dorato e luccicante e lo getta nella depressione.

“E ti sei rivolto alla bottiglia? Non funziona mai, sai.”

Liberty Bell ha un nome un po’ ridicolo (tradotto: la campana della libertà) e molta solitudine addosso, dopo che anche lei è stata ben strapazzata dalla vita. Però è la proprietaria del giardino in cui finisce sdraiato e svenuto un certo barbone…

Siamo amici. Non so come sia successo. Ero assolutamente decisa a odiare Killian, ma  lui si è fatto strada sotto la mia pelle con così poco sforzo da essere imbarazzante.

E quanto può essere difficile essere amici per due che sprigionano tensione sessuale ad ogni movimento o parola proferita? Quanto può essere facile per due pianeti così distanti entrare in collisione e distruggersi? Lei è vita semplice, un giardino da coltivare e falciare, torte da sfornare e canzoni da strimpellare in casa, seduti sul divano.

Lui è una stella del firmamento, paparazzato, disilluso, travolgente, sicuro di sé, con un corpo da paura e una “voce di velluto nero”.

Che dire? Adoro Kristen Callihan, in ogni suo libro che ho letto ho riscontrato la stessa straordinaria capacità di evocare immagini nitidissime solo con una frase o un aggettivo. E quest’autrice ha un’altra qualità per me straordinaria: è una dea del destino che manipola i personaggi. Avete presente quella specie di dio antico e capriccioso che soffia sulle vite degli uomini e li sposta, piega, spazza, per poi portarli esattamente dove li voleva fin dall’inizio? Inutile puntare i piedi e ribellarsi. Ebbene, questa è un’idea liberatoria, che ti permette di rilassarti e godere il viaggio meraviglioso chiamato vita. Non hai molta responsabilità o colpe di cui pentirti, se è sempre stato il destino a decidere per te.

Così è il destino che fa cadere Killian nel giardino di Liberty, ed entrambi si trovano l’un l’altro grazie al destino, smarriti e scaltri, ingenui ma sagaci. Due anime bellissime che avevano solo perso un po’ di brillantezza. E brillano insieme, come candela e stoppino, o miccia e bomba. Perché di sicuro si accendono, e mentre li leggi…esplodi tu!

“…questo ragazzo vibra di vitalità. Satura l’aria come un profumo, penetrandomi nella pelle e facendomi venire voglia di stringermi e strofinarmi contro di lui soltanto per provare un po’ di questa sensazione. Come se, standogli vicina, anch’io potessi diventare qualcosa di speciale.”

Mentre leggi le parole di Killian, lo ascolti suonare (e giuro sembra di ascoltarlo davvero…), lo vedi con gli occhi di Libbs, velati di gioia e d’amore, ma anche di sincerità. Perché non dobbiamo dimenticarlo mai, sotto i lustrini di un personaggio spettacolare c’è sempre un uomo. Un uomo bellissimo, ma con un’anima che è ancora più meravigliosa.

“…voglio di più. Voglio sapere di essere normale, umano quanto il resto del mondo.”

E se Killian ti dice così, non puoi che amarlo ancora di più.

Grazie per questo libro stupendo, Kristen Callihan, perché ho letto tantissimi music romance, e ne ho amati a decine. Ma questa è roba che spacca. E “l’adrenalina dà dipendenza”, come ci  ricorda sempre Killian.  Quindi vi do appuntamento a presto, con la prossima dose di musica meravigliosa e gli altri membri della band, a partire dal loro manager, Scott… 

Saranno ancora sogni, e stelle che esplodono, e magia, garantito!

Giudizio:

Sensualità:


Violenza: /

Navillus


Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: