I battiti dell’amore di Jewel E Ann

Titolo Originale: Look the Part

Usa: 2018

Pagine: 380

Protagonisti: Flint, Ellen

Genere: Contemporary Romance

Casa Editrice: Newton Compton

Data di Uscita: 30 aprile 2019

Flint Hopkins è convinto di aver trovato la persona ideale a cui affittare lo spazio sopra il suo studio legale a Minneapolis. Spera ardentemente che la proposta di Ellen Rodgers vada a buon fine: le sue referenze sono ottime ed è persino di bell’aspetto.

Ma quando Flint scopre che la ragazza passa le sue giornate a suonare… tutte le sue attese crollano. Ellen, infatti, è una terapeuta che usa la musica per aiutare i suoi pazienti. Tamburi, chitarre, persino urli a squarciagola. Flint è sul punto di scriverle una di quelle lettere degne di un avvocato d’assalto come lui, quando si accorge che a suo figlio, Harrison, affetto da una forma di autismo, Ellen sembra piacere molto.

Un padre single non può certo competere con l’allegria contagiosa di una ragazza che suona la chitarra, ammaestra topolini e ha sempre il sorriso stampato sul viso. Purtroppo tende anche a invadere gli spazi di Flint… A sistemargli la cravatta, ad abbottonargli la camicia… Una cosa è certa: deve starle lontano!

Chi di voi ricorda quel vecchio film con Jane Fonda e Robert Redford? A piedi nudi nel parco… sì lo so, è roba del paleolitico, però è un film fantastico, leggero e divertente ma immensamente profondo. Spiega perché gli opposti si attraggono pur dandosi visibilmente fastidio, pur essendo completamente diversi, nero e bianco, diavolo e acqua santa, sole e luna.

Perché ad ognuno manca una parte che ricerca nell’altro per completarsi.

“Chi ti ama avrà a cuore ciò che tu hai più a cuore. E ti incoraggerà a essere la persona che sei.”

Nessuno può cambiare nessuno, ma tutti dobbiamo rispettare profondamente chi diciamo di amare.

Lui, avvocato, compassato e disciplinato, la perfezione e l’organizzazione personificata, compunto e compito. Un noioso, intelligente e bellissimo uomo elegante, in completo a tre pezzi.

Lei, musicoterapeuta, è un arcobaleno fatto persona, divertente, simpatica, estroversa, disordinata, bellissima ed estremamente fiduciosa.

Come possono sfuggirsi? Entrambi sono per l’altro il destino che ti travolge senza chiederti uno straccio di parere, senza lasciarti via d’uscita. Il pezzo mancante della propria metà di mela.

Facile a dirsi, però, quando puoi semplicemente prendere il tuo cuore, la tua vita e i tuoi desideri e metterli nelle mani dell’altra persona. Non quando hai un passato ingombrante, un senso di colpa grande quanto la superficie terrestre e un figlio problematico che non accetta facilmente i cambiamenti. Perché questo è l’uomo dietro gli occhi azzurri e il portamento elegante che risponde al nome di Flint Hopkins.

Ellen Rodgers, che sembra leggera come una nuvola estiva e sorridente come un girasole, può solo dare ai nervi a Supersexy-Stronzo-in-Completo. Tranne che per il fatto che è bella come il tramonto ai Tropici e riscalderebbe anche un ghiacciaio millenario…

Ed ha cuore e cervello forse ancora più grandi e inesplorati di quelli di Flint.

Ma la vera meraviglia è Harrison, il ragazzino autistico, dolcissimo, pieno di talento e di piccole manie, affettuoso a suo modo, onnipresente e onnisciente.

E questo romanzo è la vita tutta in salita di tre anime che meriterebbero solo facili discese.

“Ti capisco, a volte il mondo finisce e dimentica di portarti via con sé.”

Ci sono frasi che fanno un libro, per l’immensità di significati che portano nel tuo cuore e per la miriade di sensazioni che ti suscitano.

Jewel E. Ann si è conquistata un posto nel mio personale elenco di autrici preferite.

Come ho fatto altre volte, vi chiedo di nuovo di non lasciarvi  spaventare dall’intensità di certe letture, di certe tragiche esperienze nel passato dei protagonisti. Leggere un’autrice così è un’esperienza indimenticabile che vale ogni piccolo sussulto del cuore. E non abbiate timore, alla fine sarete ripagati.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Leelan

Rispondi