È solo colpa tua di Robin C

ottobre 11, 2017
È solo colpa tua di Robin C
È solo colpa tua di Robin C

Italia, 2017
pag. 384
Protagonisti:
Casa editrice: Newton Compton
genere: Erotico
Standalone

 

Andrew Thomas Carmody è un giovane medico dall’avvenire luminoso. Futuro primario di neonatologia, è considerato il Golden Boy dell’ospedale, una leggenda vivente. La natura è stata generosa con lui: oltre al curriculum da star ospedaliera, ha un fisico slanciato e muscoloso, una voce profonda e intrigante e un viso attraente dai lineamenti delicati. Una vera calamita per qualunque donna nel raggio di chilometri.

Per anni è rimasto solo una chimera per chiunque lo corteggiasse, preso com’era dalla moglie Alexandra, ideale perfetto di bellezza femminile, donna dallo sguardo magnetico che lo aveva avvinto completamente a sé. Ma… Eh sì, perché come in tutte le storie che si rispettino il ma non ha tardato ad arrivare anche all’interno del loro matrimonio da favola, della bellissima villa, e tra le loro preziose lenzuola. E così la loro relazione è esplosa, una deflagrazione che sembra aver spazzato via tutto quello che c’era tra di loro. E il detonatore ha il corpo scandaloso e l’esplosiva audacia della giovane Evalyn…

 

 

Recensione

 

 

…Non ci sono scorciatoie, solo tagli, graffi e lividi.
Quel che hai fatto nel passato
non può essere dimenticato,
ma ciò per cui sarai ricordato sarà quanto sei stato in grado di cambiare
(Brendon Amberger)

 

Un adorabile bugiardo, questo è Andrew, il meraviglioso protagonista di E’ solo colpa tua.
Avevo letto la prima parte di questo libro quando era ancora un self che si affacciava timido nel panorama immenso del romance, diverso e spigoloso rispetto agli altri, puro fuoco e dura realtà, contro la favola romantica cuori e fiori. Una storia di vita priva di romanticismo, che spesso prende a pugni nello stomaco il lettore, ma capace di tenerlo avvinto allo schermo, fino alla fine.

Utilizzando il lessico con proprietà, senza straziare grammatica e punteggiatura, ma dando il giusto peso alle parole, sporche là dove serve, rispettose dove il sentimento del personaggio lo richiede, la Robin ci descrive la storia di un traditore seriale, uno di quegli uomini che sanno solo prendere da una donna, incapaci di dare il minimo briciolo di amore.
Eppure alla fine anche il cinico Andrew trova la redenzione grazie ad un colpo di scena niente male… E ripulire Andrew dalla sua veste di infame bugiardo non era certo facile, ci voleva una penna sopraffina e la volontà di mettere il proprio cuore a nudo, come solo un’esperta di sentimenti umani poteva fare…
Questo Andrew ci piace ancora più del primo, se possibile, con le sue paure finalmente ammesse, con l’amarezza disincantata che però non copre completamente un cuore generoso. Una seconda possibilità di vita la meritano sempre tutti e qui ne abbiamo una prova decisamente convincente.

 

Giudizio:


Sensualità:


Violenza:

-Navillus-

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: