Dirty Bad Strangers by Jade West

Feb 6, 2018

Dirty Bad Strangers by Jade West

  • Usa, 2015
  • pag. 269
  • Protagonisti: Gemma, Jason
  • Casa editrice: Inedito
  • genere: Erotic Romance

Serie Dirty Bad (3)

Gemma Taylor was born to be a chatline operator. Her filthy mouth and a filthier imagination make her hot property on sex chat.

The hours are great and the money’s even better. She’s onto a good thing; finding her feet in the big smoke of London with a couple of old school friends.

Until he calls.
The rules of chatline are clear: no personal information, no breaches of confidentiality, and absolutely no other forms of communication of any kind.

So why is she giving him her number? Why the hell is she planning on blindfolding herself and leaving her door unlocked for him?
Gemma Taylor’s in deep.
And she’s about to get deeper.
Much, much deeper.

(Gemma Taylor è nata per fare l’operatrice di una chatline. La sua bocca sporca e l’immaginazione ancora  più perversa la rendono perfetta per una  chat sessuale. L’orario è eccellente e il denaro ancora meglio. Ha dei buoni obiettivi; cercare il proprio spazio nella grande Londra nebbiosa con un paio di vecchi amici.

Fino a quando lui non chiama.
Le regole della chatline sono chiare: nessuna informazione personale, nessuna violazione della riservatezza e assolutamente nessuna altra forma di comunicazione di alcun tipo.

Allora perché lei gli sta dando il suo numero? Perché diavolo sta pianificando di bendarsi e lasciare la porta aperta per lui?
Gemma Taylor è in guai grossi.
E stanno per diventare più grossi.
Molto, molto più grossi.)

Jade West ha colpito ancora, gente. Come più volte ho specificato, in tutta la zozzaggine che ci propina, i suoi personaggi hanno sempre qualcosa da dare.

Questa volta ci troviamo di fronte ad una fantasia estrema. L’idea può stuzzicare, può far cagare. Lei ce la propone, poi sta a noi chiudere il kindle e dire: anvedi questa!

Gemma Taylor è una porca atomica. La fortuna è stata dalla sua e le ha fatto trovare lavoro presso una linea erotica. Nessuno la vede, non può essere riconosciuta, viene pagata bene, ma soprattutto si diverte un mondo.

Gemma è tutto tranne che la bomba sexy che ci si aspetta in un porno libro. Gemma è tanta. Cicciotta, curvy, grassottella.. non importa nulla.

Lei di carne attaccata ne ha in abbondanza, non è lo stereotipo della porno star, ma il suo lavoro lo sa fare alla grande.

Forse fin troppo bene! Talmente bene da far perdere la testa ad un tipo speciale… e il tutto a sua insaputa.

Jason è nell’occhio del ciclone. La sua carriera e il tipo di lavoro che fa non gli consentono di gestire liberamente la sua vita privata.

In più mettiamoci un matrimonio da incubo e paparazzi a destra e a manca pronti a spolparlo vivo… ed ecco che le chat line fanno al caso suo.

Lui riconosce in Gemma la scintilla che arde nei suoi lombi. L’idea che sia spontanea realmente e che non si tratti di una recita lo manda fuori di testa. Inizia a tampinarla, a pressarla tutte le volte chiedendole il numero ed un incontro reale.

Gemma muore dalla voglia di cedere ma è contro la politica aziendale. Eppure una cifra alla volta, piano piano, arriva a dare il suo numero di telefono. Quasi intero.

“I’m not a psycho killer. Just a dirty bad stranger. A very, very dirty bad stranger.”

Jason la scova. Non la molla. Come un cane da caccia che fiuta l’usta, si lancia verso la preda. E organizza l’incontro.

Ora, vi avevo già anticipato che Gemma non è proprio un figurino e lei ovviamente è in paranoia per questo motivo. Vuole incontrarlo ma caspita, se poi lui non apprezzasse tutta quest’abbondanza?

Però Jason ci mette proprio poco a convincerla. La testa, Gemma, la testa è quella che comanda! La bellezza sfiorisce, la chimica mentale resta e abbatte ogni difetto fisico.

Aspettatevi grandi cose da loro. Davanti, dietro, sopra, sotto, di lato, due assieme. Sì, avete letto bene. Ma non il classico paninazzo trito e ritrito. L’ingresso in questione è per lo stesso show.

Jade West non è solo piatto-ricco-mi-ci-ficco. Il cuore, in questo libro, non viene messo in disparte.

E ora correte da Gemma e Jason. Non ve ne pentirete!

“I’m yours, dirty girl. If you want me, that is.”

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

◇Cherry◇

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: