Broken di Nicola Haken

Titolo Originale: Broken

Usa:

Pagine: 2016

Protagonisti: James, Theodore

Genere: Contemporary Romance, M/M

Casa Editrice: Quixote Edizioni

Data di Uscita: 25 novembre 2019

Broken di Nicola Haken

La mente è lo strumento più potente della nostra vita … e il più fragile

Quando Theodore Davenport decide di smetterla con i lavori banali, e intraprendere una vera carriera, entra con entusiasmo alla Holden House Publishing, determinato a ottenere ciò che vuole. Tutto va secondo i piani: prende confidenza con il suo ruolo, conosce nuovi amici e sogna di arrivare al successo.

Finché non conosce James Holden, amministratore delegato della Holden House.
James Holden non riesce a smettere di pensare all’incontro della settimana precedente con un ragazzo timido, nel bagno di un club, e non appena scopre che l’uomo che tormenta i suoi sogni è uno dei suoi impiegati, non può evitare di rincorrerlo.
Solo per divertirsi… è questo che James ripete a se stesso.

Non può affezionarsi a qualcuno che non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti, perlomeno non quando avrà scoperto il suo segreto. James crede che nessuno meriti il fardello di essere legato a lui. È un uomo complicato. Danneggiato. Difficile. Problematico.
Spezzato.
Theodore sarà abbastanza forte da affrontare i demoni di James? Domanda ancora più importante… lo sarà James?.

Ci sono libri, e poi ci sono I libri.

Avete letto la sinossi e vi sembra bella? Macché, questo libro lo è molto di più.

Ma come riuscire a comunicarvi quanto mi sia piaciuto questo romance e quanto mi abbia emozionato senza fare nessun tipo di spoiler? Posso solo provare a darvi un’immagine e poi raccontarvi una storia, per il resto dovrete solo fidarvi di me.

Immaginate un castello medievale, altissimo e con guglie pazzesche, ipnotizzanti. Immaginate che sia stato costruito su un’unica roccia, solidissima, irraggiungibile. Chiunque resterebbe incantato a guardare quel castello  e ne avrebbe timore reverenziale, sarebbe la rappresentazione stessa dell’invincibilità e resistenza. Giusto?

Ora immaginate che un unico violento fulmine colpisca la roccia su cui è costruito, sgretolandola. Nulla potrebbe salvare quel castello incredibile dal piombare giù come fosse una casetta di marzapane.

Ebbene, quel castello è James Holden. Bellissimo, intelligentissimo, sicuro di sé, arrogante e stronzo come la merda. Nulla può farlo scendere dal suo piedistallo.

Dove vai?
-Da Costa. Ho bisogno di caffeina per mantenere alto il mio livello di arroganza.

Ora immaginate un ragazzetto apparentemente timido e comune, con pochi soldi in tasca e pochi grilli per la testa. Lui è il fulmine. Si chiama Theo.

Nulla può impedire al fulmine di colpire. Nulla può impedire al castello di cadere.

Ma se il giorno dopo la distruzione qualcuno guardasse tra le macerie del castello, troverebbe tutti i tesori che conteneva e su quelli potrebbe ricostruire non più una fortezza ma un paio di vite imperfette che insieme si danno interezza e serenità. Perché la sicurezza non è una qualità che nasca con l’uomo, non è un bene che si possa comprare, non è una lezione che si debba imparare.

Si costruisce ogni giorno, parlando, chiedendo aiuto e accettandolo. Amandosi.

«… credo che la gente dimentichi quanto sia potente l’amore.»
«Come continui ad andare avanti? Voglio dire… non credo di avere la forza di riprendermi da questa storia.»
«Suppongo sia la speranza. Mi sento sempre allo stesso modo. Esausta. Vuota. Tuttavia, in qualche modo, a un certo punto, entra in gioco la speranza. Speri di superarlo, speri di essere all’altezza delle persone che ti amano, speri che sia l’ultima volta che ti sentirai in quel modo.»

Una storia che mi ha incantato e fatto passare fame e sonno, senza permettermi di staccare gli occhi dal kindle. Mai tempo è stato meglio speso. Mi sono commossa in molti punti e ho imparato tantissimo, come donna, come amica, come amante, come madre.

Grazie, Nicola Haken, per questa magica lettura.

Giudizio:

Sensualità:

Violenza:

Navillus

Author: Navillus

Rispondi