Abbi cura di me di Carrie Elks

maggio 27, 2018

 

Abbi cura di me di Carrie Elks

  • Titolo Originale: Fix You
  • Usa, 2016
  • pag. 368
  • Protagonisti: Hanna, Richard
  • Casa editrice: Newton Compton
  • genere: Contemporary Romance
  • Standalone

 

A volte il senso di tutta una storia si capisce in un solo minuto.

E se avessi trovato l’uomo giusto ma la vita avesse in serbo per te un altro destino?

Londra, 31 dicembre 1999. Alla festa che saluterà l’inizio del Nuovo Millennio, Hanna incontra Richard. Lui è un affascinante newyorkese con un’ottima posizione sociale. Lei è una londinese sicura di sé e per nulla interessata ai bravi ragazzi americani. Vengono da due mondi diversissimi e non hanno nulla in comune, se non la loro immediata – e reciproca – attrazione. Quando l’orologio batte la mezzanotte, entrambi capiscono che quell’incontro cambierà per sempre le loro esistenze.
New York, 12 maggio 2012. Hanna e Richard non si parlano da quando lei gli ha spezzato il cuore per l’ultima volta, ma Hanna si presenta nel suo ufficio di Wall Street per rivelargli un segreto esplosivo. Richard un tempo era convinto che fosse la sua anima gemella, e invece Hanna ha distrutto il loro amore. Riuscirà a perdonarla e a permetterle di rimettere insieme i pezzi della loro storia?.

 

 

 

 

“Non finisce mai, vero? Proprio quando pensi che la parte più difficile sia finita, arriva qualcosa di peggio a prendere il suo posto.”

La lettura di “Abbi cura di me”, romanzo del 2016,  nasce da un giorno di pioggia e dal mio fantastico mondo incantato, leggasi Kindle, pieno di reperti ormai storici, scaricati per le più varie ragioni ma poi finiti sotto a molto altro di più “famoso”. E per fortuna ogni tanto “scivolo” su queste chicche, perché perderne la lettura sarebbe un vero delitto.

Abbi cura di me non è solo un romanzo, è un film perfettamente scenografato, una sinfonia di sentimenti, una giostra di personaggi indimenticabili che il destino sbatte e trascina qua e là, addirittura attraverso anni e continenti, soltanto perché ad un certo punto della loro vita si trovino esattamente là dove avrebbero dovuto essere fin dall’inizio.

Il prologo, con la protagonista che rivela al protagonista qualcosa di assolutamente sconvolgente, è a dir poco geniale. Altro che ingresso ad effetto, questa è una vera bomba!

Hanna e Richard, questi i loro nomi, si conoscono da 13 anni, o meglio, si sono conosciuti 13 anni prima, quando lei era solo la figlia della cameriera inglese e lui il figlio più grande di un’agiata famiglia americana.

Oggi sono soltanto un uomo e una donna appartenenti a mondi diversi, che vorrebbero ignorarsi, vittime degli intrighi delle loro famiglie e di malintesi mai spiegati. Peccato che il diavolo faccia sempre le pentole senza i coperchi e…i segreti siano sempre destinati ad essere scoperti.

Del resto, provate voi a resistere a un uomo che ti dice:

“Perché sei sempre stata soltanto tu.”

Chi si è sempre sentita inferiore nel rapporto tra i due, è Hanna, per ovvi motivi di classe e ricchezza, tuttavia è sempre lei l’autrice delle più profonde ferite inferte al povero Richard. Bello, irascibile, deciso, passionale e ostinato, lui possiede ogni caratteristica per farci innamorare, è sempre stato forte solo in apparenza, ma in realtà si tratta di quello che ha messo in gioco la posta più alta, perdendola sempre. Non per questo resta meno maschio alfa, grazie alle descrizioni dell’autrice, che ha il talento rarissimo di dare la vita appunto a personaggi indimenticabili.

E Hanna? Lei è un’eroina con la testa sulle spalle e il cuore al guinzaglio, una che vorrebbe osare, ma che zittisce sempre le ragioni dei sentimenti, per i motivi più diversi e più validi, finendo per fare quasi sempre dei disastri incalcolabili, tanto per se stessa quanto per gli altri. Eppure non si può far a meno di amarla e…girare pagina, aspettando che il destino sistemi i suoi casini incontenibili!

La noia? Non saprete nemmeno cos’è, leggendo questo romanzo, in compenso avrete più di un momento in cui vorrete dare qualche sonoro schiaffone da risveglio a questo o quel personaggio. Garantito!

Ma se a suo tempo avete perso, come me, questa lettura, recuperatela. Ne vale davvero la pena, spicca nell’oceano dei romanzi rosa.

 

Giudizio:

Sensualità:

Violenza /

 

Navillus

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: