A un solo passo da te di Amabile Giusti

Italia: 2020

Pagine: 385

Protagonisti: Anna May, Lorna May, Chayton

Genere: New Adult

Casa Editrice: Amazon Publishing

Data di Uscita: 28 luglio 2020

A un solo passo da te di Amabile Giusti

“Era la prima volta che mi innamoravo. E purtroppo fu anche l’ultima.”

Anna May e Lorna May sono due sorelle gemelle di sedici anni. Praticamente identiche nell’aspetto e molto legate, hanno caratteri diversi: Lorna è solare e socievole, Anna è cupa e introversa. Conducono una strana vita insieme alla madre, una hippie appassionata di arte: si spostano da un paese all’altro degli Stati Uniti e non si fermano mai a lungo. Giunte in Idaho, il destino ha in serbo un imprevisto terremoto alla loro complicità.

Il terremoto in questione si chiama Chayton, ha diciassette anni, abita nella casa vicina e frequenta il loro liceo. Ha origini nativo americane e lunghi capelli neri, ma i suoi occhi sono verdi come la natura selvaggia che circonda le Montagne Rocciose. Anna May ne è subito intrigata: con un unico sguardo, Chayton colpisce e affonda il suo cuore inesperto. Per lei non è facile fronteggiare i tormenti del primo amore, soprattutto perché quel ragazzo appare più attratto da Lorna May.

In paese girano voci inquietanti su di lui: ma è davvero un cattivo soggetto o i suoi modi beffardi celano un’anima torturata da un segreto inconfessabile?

Anna May vuole scoprire cosa nasconde Chayton, anche a costo di soffrire. Anche a costo di fuggire e di incontrarlo di nuovo, diversi anni dopo, quando entrambi sono profondamente cambiati e tutto sembra perduto. Non è vero che l’adolescenza fa provare solo sentimenti superficiali. Non è vero che ciò che avviene a sedici anni non può dirsi eterno e che il tempo guarisce ogni ferita.

Ci sono ferite che continuano a sanguinare e amori destinati a durare per sempre.

In questo nuovo libro Amabile Giusti ci porta tra le nevi dell’Idaho dove conosciamo due gemelle sedicenni, tanto simili esternamente quanto diametralmente opposte caratterialmente. Mentre Lorna May è quella scintillante, solare, sempre circondata da amici e buon’umore, Anna May, la protagonista, è solitaria, sognatrice e attratta dalle pecore nere della società.

Figlie di una madre artista ed eccentrica, le cui idee vanno sempre controcorrente, che difende gli indifesi e che è una sorta di paladina dei bistrattati, crescono con una maggior consapevolezza di se stesse e del loro posto nel mondo.

Stiamo però sempre parlando di sedicenni e benché i caratteri siano ben definiti, l’adolescenza è un lungo percorso sterrato in cui il GPS non esiste e arrivare a destinazione è davvero un’impresa emotivamente ardua. Soprattutto se strada facendo ti innamori a prima vista del vicino di casa, e se questo soggetto gode di una pessima reputazione.

“Riuscivo solo a essere innamorata persa di qualcuno che avrebbe potuto farmi del male. Che mi fece del male, dopo, anche se ancora non lo sapevo.”

Chayton è un diciassettenne ribelle, vizioso e aggressivo. Abituato alle malelingue, si diverte a fomentare le voci per allontanare tutti quanti. Certo, prima irretisce ogni femmina con la sindrome della crocerossina, e poi le abbandona come fossero carta straccia, crogiolandosi nelle maldicenze che contribuiscono a fortificare la sua pessima reputazione.

Se da una parte il comportamento di Chayton, unito ai pettegolezzi delle nuove amiche di scuola, fa inizialmente inorridire Lorna May, Anna May ne resta totalmente abbagliata.

Oltre ad essere il ragazzo più bello mai incontrato, la rabbia celata negli occhi, l’atteggiamento da duro e i litigi provenienti dalla sua abitazione, fanno esattamente l’effetto della voce di una sirena per un navigante.

Anna May decide di non ascoltare nessuno ma di seguire gli insegnamenti della madre e, dando retta all’istinto e a quel folle del suo cuore, che già dal primissimo istante gli ha dichiarato amore eterno, comincia il suo percorso personale di stalkeraggio mantenendo segreto ogni suo sguardo e desiderio.

Ma a volte, quando si desidera fortemente qualcosa, si è offuscati dalla cupidigia e si perde il senso della realtà. Una bugia di qui, un’omissione di là, ed è un attimo che le cose si incasinano.

“Avevo la netta sensazione che, qualsiasi cosa avessi detto, la rete che mi avvolgeva si sarebbe fatta ancora più stretta e più asfissiante, perché da quell’amore impossibile era ormai impossibile tornare indietro.”

Amabile ci ha proposto un’altra storia d’amore di adolescenti e ancora una volta mi è entrata sotto pelle. Si sa, i cattivi ragazzi acchiappano, e Chayton è davvero un bel personaggio. Ma qui la vera perla è Anna May. Certo, qualche somiglianza con una delle sue protagoniste precedenti l’ho notata, ma quanto mi sono emozionata ad indossare le sue scarpe!

“Stesa sulle coperte, vidi le stelle con gli occhi chiusi, perché le stelle le avevo dentro.”

Essere la copia stropicciata e sentirsi sempre inadatta al fianco della sorella, lei che con il suo carattere forte ma altruista, mette sempre in secondo piano i propri bisogni per paura di ferire la gemella, e la tenacia con cui manda giù rospi grandi quanto una casa pur di avere una remota possibilità di stare al fianco di Chayton, senza far soffrire nessuno ma sacrificando soltanto se stessa. Ecco, l’ho proprio adorata.

Credo di aver trattenuto talmente tanto il kindle tra le mani che l’inchiostro digitale mi è entrato nel sangue per osmosi e ho vissuto Annie così intensamente proprio come se fossi io stessa la protagonista del libro.

E diciamocelo, questo è il sogno di ogni lettore, immergersi nel libro e amarlo fino all’ultima pagina.

Per quanto io non sia una fan sfegatata del romance in generale e soprattutto dei YA/NA, appena esce un romanzo di Amabile mi precipito ad acquistarlo. Perché a me Amabile piace, perché trovo che la sua penna sia paragonabile al flauto magico per i topolini, e perché oltre a scrivere divinamente, lei ha un talento raro.

E ora vi lascio con le parole della mamma di Anna May, un personaggio davvero molto interessante.

“..ricordati che fuggire non è la soluzione per nessun problema. Perché, se qualcosa ti turba, il luogo in cui ti trovi non fa la differenza. Non conta dove sei, ma quello che hai dentro.”

Grazie Amabile, alla prossima!

Giudizio:

Classificazione: 4.5 su 5.

Sensualità:

Violenza:

CHERRY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *