A carte scoperte di Marni Mann

maggio 1, 2018

 

A carte scoperte di Marni Mann

 

  • Titolo Originale: Wild Aces
  • Usa, 2016
  • pag. 376
  • Protagonisti: Trapper, Brea
  • Casa editrice: Quixote Edizioni
  • genere: Dark Romance
  • Standalone

 

Non mi picchiava perché pensava che avessi messo gli occhi su sua figlia. Mi picchiava perché poteva. Perché avevo bisogno della sua casa e del suo cibo, e della sua cosiddetta cura. Mi picchiava perché sapeva che non mi sarei ribellato.
Sono passato da una famiglia violenta all’altra ed erano tutte uguali: gusto del sangue sulla mia lingua, il suono delle ossa rotte nelle mie orecchie.
Era quella la mano di carte che mi era capitata.
Ma quando finalmente sono riuscito a sfuggire da quel sistema che mi ha lacerato e distrutto, ho dedicato la mia vita a vendicarmi di coloro che avevano alzato le mani su di me, che mi avevano sputato addosso, che mi avevano detto che io ero niente.
Ero pronto a combattere.
L’ambiente in cui mi muovevo mi ricordava costantemente chi fossi e da dove venissi. E l’attività era fiorente.
Poi ho conosciuto Brea. Lei è stata del tutto inaspettata, come un jolly in un mazzo di carte. Potevo percepire il suo passato doloroso, ma ho fatto della sua luce il mio nutrimento. Era la fuga dalle tenebre che mi circondavano. Il mio momento di libertà.
Poi quel momento è finito.
E non appena si è aperta la porta, i miei peggiori incubi erano lì ad aspettarmi. Brea era stata risucchiata dall’ombra della mia distruzione e alla fine aveva visto il mio lato peggiore.

 

 

 

Recensione

 

Brea è una donna forte e indipendente che, dopo due anni, tenta ancora di riprendersi dalla morte improvvisa dell’unico uomo che abbia mai amato. Trapper si guadagna da vivere come giocatore professionista di poker e ha un terribile passato e un segreto da nascondere.

Collegavo tutto al poker. Era una lingua che capivo, ed era l’unico modo in cui riuscivo a dare un senso alle cose, calcolando le probabilità e i rischi basati sui possibili risultati.

Si conoscono ad una festa organizzata dalla migliore amica di lei. Entrambi indossano delle maschere, come richiesto dalla serata a tema, ma basta un solo sguardo e l’intesa è immediata, la passione tra loro travolgente.

… Erano però i suoi occhi ad avermi attirato più di tutto. Avevano visto un sacco di dolore, perfino molto più di ciò che esprimeva il suo tatuaggio. Ovunque fosse andata. – un flashback, un ricordo – io ero stato in quel posto. E quando avevo guardato nei suoi occhi, era stato come guardare nei miei.

A seguito di una telefonata, Trapper è costretto ad abbandonare la festa, ma le lascia il suo numero di telefono sperando che sia lei a fare il primo passo.

Cominciano così tra loro una serie di telefonate bollenti che li portano a desiderarsi e a volersi conoscere sempre di più.

Quando riescono a incontrarsi Brea scopre finalmente il volto dell’uomo al quale non riesce a smettere di pensare e grazie al quale sta cominciando a riacquistare la fiducia nell’amore.

Ma quello che vede la rigetta nel baratro del suo passato e Trapper, che non vuole perderla, sarà costretto a farla entrare nel proprio mondo ed entrambi dovranno affrontare insieme il loro doloroso passato.

Potevo tirarmi indietro, combattere contro me stesso su ciò che era giusto e sbagliato, ma non esistevano regole quando si trattava di Brea. Non potevo cambiare ciò che era né il suo passato. Non volevo. La desideravo così com’era.

Dopo un prologo che è un vero e proprio colpo allo stomaco, i primi capitoli del libro richiamano sicuramente molti erotici con trama simile: lui bello, ricco e irresistibile, lei bellissima, intelligente e innamorata praticamente all’istante.

Andando avanti ci si rende invece conto che niente è come sembra. L’autrice dice e non dice, dissemina piccole informazioni che non comprenderemo del tutto se non alla fine.

Una curiosità: questo romanzo è in realtà uno spin off della serie Unblocked che, visto questo assaggio, voglio leggere tipo subito!

Una storia che cattura, intriga, eccita, ma vi farà provare anche rabbia e commozione. Inoltre è ben scritta e ben tradotta (finalmente!) e non è cosa da poco ultimamente.

Trapper è un personaggio difficile da dimenticare, sensuale, magnetico, vittima e carnefice, un animo generoso e un cuore enorme in un corpo da sballo! Ma dovrete arrivare al colpo di scena finale per rimettere insieme tutti i pezzi di questa bellissima storia e forse anche del vostro cuore!

 

Giudizio:

Sensualità

Violenza

 

Leelan

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: